Arte, Cultura & Società

Si è svolta a Foggia venerdì 11 settembre 2020 la cerimonia conclusiva del Premio internazionale di Poesia “Ciò che Caino non sa” 2020 a tema imposto contro la violenza di genere e abusi e soprusi verso i minori. Nonostante gli impedimenti dovuti alla situazione di emergenza attuale si può senza dubbio dire che la manifestazione, alla sua prima edizione è stata degna di meritevole attenzione ed ha riscosso apprezzamenti dai presenti per i suoi contenuti di grande spessore umano.

Un Premio sofferto che ha superato mille difficoltà, non solo quella del covid 19. Slittata la prima data del 21 marzo è poi toccato l’annullamento del 7 agosto da parte dell’amministrazione comunale della città di San Severo – città di residenza della Presidente del Premio Maria Teresa Infante – che, evidentemente, non ne ha compreso a fondo il valore etico e sociale, motivo per cui va rivolto un particolare e sentito ringraziamento alla città di Foggia e all’Assessorato alla Cultura che ha benevolmente accolto e spalancato le porte della Sala Rosa del Palazzetto dell’Arte grazie alla sua rappresentante, l’Assessore alla Cultura Anna Paola Giuliani che i nostri conterranei conoscono bene per il suo impegno a favore dello sviluppo sociale e culturale del territorio e per la sua onestà intellettuale; diciamolo pure, una donna intelligente, scevra da condizionamenti, che sta portando avanti il suo compito con dedizione e professionalità.

Sostenuto da più parti con i Patrocini istituzionali della Regione Puglia e della Città di Foggia e dai prestigiosi Patrocini culturali di WikiPoesia, FIDAPA BPW ITALY – Sezione Foggia Capitanata, Distretto sud est; Africa Solidarietà Onlus – Arcore (Mb); Associazione Culturale Merida – Napoli; Soroptimist International- Club di Foggia; Associazione Culturale Daunia & Sannio – Roseto Valfortore (FG); Cenacolo culturale Hortus Animae – Messina; Premio letterario nazionale Nicola Zingarelli, Cerignola; Arcidonna, Circolo Elsa Morante- San Severo.

Il Premio poetico non ha previsto nessuna tassa d’iscrizione, a fronte dell’impegno da sempre profuso nella denuncia della violenza verso le fasce più a rischio della popolazione, ma l’Associazione culturale “L’Oceano nell’Anima” – nella persona di Massimo Massa presidente e Maria Teresa Infante presidente del Premio –  è riuscita a portarlo a termine grazie all’affiancamento di persone meravigliose, in primis gli artisti che hanno generosamente donato una loro opera come riconoscimento da assegnare ai vincitori del concorso.  Sono quindi da ringraziare gli artisti di “Ciò che Caino non sa” 2020:
Barnabei Francesca (Chioggia, VE); Berardini Anna Maria ( San Severo FG); Bilancia Dino (San Severo FG) ; Bilancia Simone (San Severo FG); Brunella Patitucci (Catanzaro); Caposiena Rosa Carolina (San Severo FG); Celeste Mina (Torremaggiore (FG); Cioffi Ciro (Ottaviano NA); Cirillo Maria Luigia (Foggia); De Troia Giacomo (Lucera FG); Fratello Amelia (San Severo FG), Frusciante Enrico (Salerno); Iafelice Anna Rita Teresa (San Severo FG); Lecci Claudio (pugliese), Maggio Anselmo (San Severo FG), Marangi Beatrice (San Severo FG),Testa Amalia (San Severo FG)  insieme ai partner Toyota Aquilano Motori di San Severo (FG) e il “Corriere di San Severo”

Accorato e sentito l’intervento durante la serata dell’Assessore alla Cultura Anna Paola Giuliani che ha rivolto un pensiero a tutte le donne e madri che hanno conosciuto il dolore della violenza con particolare riferimento a Roberta Perillo, la giovane donna di San Severo uccisa a soli 32 anni dal suo fidanzato.

Ancora, l’avv. Antonietta Colasanto, Consigliera di Parità della città di Foggia che, forte della sua solida esperienza, ha relazionato riguardo alla difficile situazione attuale nel rapporto uomo-donna e sui disagi dei minori e delle problematiche relative alla sfera affettiva in situazioni famigliari a rischio.

Un ringraziamento particolare alla famiglia Perillo-Frau che ha onorato l’evento con la sua presenza affinché Roberta non venga dimenticata e la giustizia sappia fare il suo giusto corso. 

I VINCITORI DELLA 1^ EDIZIONE DEL Premio internazionale di Poesia “Ciò che Caino non sa” 2020

Il Premio internazionale di Poesia “Ciò che Caino non sa” 2020 ha visto la partecipazione di 287 Autori provenienti da ogni regione della penisola e dall’estero (Serbia, Egitto, Spagna, Svizzera, Regno Unito) con un totale di 520 opere pervenute.

La Commissione di valutazione, coordinata dalla presidente Rosa d’Onofrio, originaria di Foggia è composta da Franca Alaimo (poetessa, scrittrice, saggista); M. Marina Grassano (poetessa); Mariagrazia Genovese (musicista, poetessa); Giovanna Cristina Vivinetto (poetessa); Cristina Salvio (scrittrice); Mariarosaria Persico (poetessa; Alfonso Graziano (poeta, scrittore); Bruno Daga (poeta, Docente emerito di Teoria Monetaria e politica economica internazionale e di antropologia culturale, giornalista)

La classifica definitiva premia 12 finalisti per ogni sezione. I riconoscimenti in opere d’arte, medaglie, targhe e attestati.
Sez. A (Violenza donne):
1cl
. Giancola Carmelina (Bojano CB); 2cl.  Abate Mariapina (Angri SA); 3cl. Elisabetta Bagli (Madrid). Menzioni d’onore per: Biancolillo Antonio (Trani BT), Lo Bono Rosaria (Termini Imerese PA), Mainolfi Alessia (Cervinara AV), Muscardin Rita (Torchiarolo BR), Porri Alessandro (Roma), Sabella M. Cristina (Musile di Piave VE). Segnalazioni di merito: Branchi Nicola (Aiello del Sabato AV), Cottone Rita (Marano di Napoli), Magi Manuela (Tolentino MC).

Sez. B (Violenza minori)
1cl.
Riggio Gloria (AG), 2cl.Centomo Bruno (Santorso VI), 3cl. Satta Sonia (MI). Menzioni d’onore: Barzaghi Giuseppina (Cantù CO), Capri Manuela (Crevalcore BO), Caravella Bruno (Foggia), Delle Noci Anna (Foggia) Lubrano Rosella (Alessandria), Polvani Paolo (Barletta BT). Segnalazioni di merito: Binetti Nunzia (Barletta BT), Demurtas Sonia (Stefanaconi VV), Funari Iride Enza (Triuggio MB).

Il Premio Speciale “Roberta Perillo” 2020 è stato assegnato alla lirica “Delirio dell’amore bestiale” di Giuseppe Settanni di Fano (PU). La targa è stata offerta dall’amministrazione comunale della Città di Foggia alla presenza della famiglia Perillo-Frau.
Il Premio Speciale “Città di San Severo” è stato assegnato alla lirica “Resterà il ricordo” di Marina Villani di San Severo (FG). La targa è stata offerta dal Corriere di San Severo.

Menzioni d’onore: Lucrezia D’Accia (Vieste FG), Guerrieri Ripalta (Stornarella FG), Marinelli Rosy (Torremaggiore), Piano Anna (Foggia), Soldano Rossella (Torremaggiore), Spezzati Rosanna (Foggia)
Il reading delle poesie vincitrici è stato curato dall’attrice teatrale Rosa d’Onofrio

L’appuntamento è per la seconda edizione del Premio internazionale di Poesia “Ciò che Caino non sa” 2020. Il bando sarà disponibile a ottobre.