Home Autonomie locali Salvini è stato contestato a Torre del Greco e ha interrotto il...

Salvini è stato contestato a Torre del Greco e ha interrotto il comizio

Il leader della Lega è riuscito a parlare solo per pochi minuti prima di essere interrotto. E ai contestatori dice: “Chi lancia pomodori, insulta e minaccia non protesta, è un incivile”.

©Aleandro Biagianti / AGF – Matteo Salvini

AGI – Fischi, insulti, grida ‘Buffone’, cori da stadio, ‘Bella ciao’ e lancio. E’ la contestazione organizzata a Torre del Greco, nel Napoletano, per Matteo Salvini. Il segretario leghista è riuscito a parlare solo per pochi minuti dal palco.

“Se qui ci fossero De Luca o De Magistris o Renzi a quest’ora sareste a passeggio o a fare la spesa. Eccoli gli amichetti del governatore che ha rovinato la Campania. Eccolo qui. Invece di fare altro per i cittadini le forze dell’ordine sono costrette a stare qui”, ha lamentato dal palco, con la voce coperta dai fischi.

“Chi lancia pomodori, insulta e minaccia non protesta, è un incivile”, ha stigmatizzato il capo della Lega. “Tornerò a incontrare le persone per bene, che sono la maggioranza delle persone pacifiche, silenziose e laboriose di questa città”, ha aggiunto Salvini che è riuscito a parlare poco più di cinque minuti.

“All’odio e al rancore risponderemo sempre con democratici sorrisi e tanta voglia di cambiamento. Avanti tutta”, ha scritto poi su Twitter, dove ha postato una sua foto mentre mostra un rosario dal palco.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui