Positivo il patriarca ortodosso Filaret. Disse: «Il Covid è la punizione di Dio per i gay»

Cronaca

Le condizioni di salute del capo della Chiesa ortodossa ucraina, riferisce una nota ufficiale, sono «stabili». Le sue parole in merito ai matrimoni tra omosessuali come causa della pandemia fecero scalpore

Il patriarca ortodosso Filaret

Il patriarca Filaret, capo della Chiesa ortodossa ucraina del Patriarcato di Kiev, divenuto celebre lo scorso marzo per aver definito la pandemia di coronavirus una punizione di Dio per aver sdoganato il matrimonio tra persone dello stesso sesso, è risultato positivo al Covid-19. La Chiesa ha annunciato in un post su Facebook.

Stando a quanto riportato, le sue condizioni sono «stabili» ed è sottoposto a cure ospedaliere. «Sua Santità il Patriarca Filaret è particolarmente grato a tutti coloro che dimostrano il suo amore e il suo sostegno nelle preghiere per la sua salute», scrive la Chiesa in un comunicato.

Il 91enne aveva fatto notizia a marzo quando aveva detto a un canale televisivo ucraino che la crisi del coronavirus era «la punizione di Dio per i peccati degli uomini, la peccaminosità dell’umanità». «Prima di tutto, intendo il matrimonio tra persone dello stesso sesso», aveva precisato.