Benadryl Challenge: La nuova challenge che spopola sulla piattaforma TikTok

Cronaca

Maria Zaccaria

Nel periodo digitale, i Social Network sono le piattaforme più utilizzate. Vengono trascorse molte ore a navigare tra i vari social, per chattare con persone, per videochiamare, per postare foto o pensieri, per condividere video o bradi musicali, o semplicemente per leggere notizie.

Nell’ultimo periodo spopola tra i ragazzi/e e non solo, la famosissima App denominata TikTok; tramite essa è possibile guarda dei brevissimi video musicali e non.

La maggior parte della popolazione che usa questa App, si dedica alle Challenges.

Le Challenges posso essere divertenti, se ne vedono tantissime, sono ad esempio dei video musicali con dei balletti riprodotti da personaggi dello spettacolo che di conseguenza saranno riprodotti e postati dagli utenti sul proprio account; oppure sono reinterpretazione di scene dei film.

Proprio questi video così divertenti, possono sfociare in Challenge pericolose.

Negli Usa, la Challenge del momento è la Benadryl Challenge. Il Benadryl, è un farmaco, un comune antistaminico. Chiunque ha preso almeno una volta nella sua vita questo farmaco. Ma come tutti i farmaci, se viene assunta una dose maggiore può provocare diversi effetti.

Se si è in iperdosaggio si possono verificare effetti depressivi o stimolanti sul nostro sistema nervoso centrale. Effetti seguiti da allucinazioni, tremori, convulsioni, insonnia, febbre ed infine potrebbe provocare un arresto cardiaco.

La Benadryl Challenge è proprio questo: fare un video in cui si assumono grandi quantità di questo medicinale, e registrarne i suoi effetti.

Negli Stati Uniti, a partecipare a questa Challenge è stata una ragazzina di 15 anni, Chloe Philips, il 21 agosto. La ragazza ha iniziato la Challenge come da prassi: accensione della videocamera, assunzione del farmaco, attesa di manifestare i primi effetti. Purtroppo Chloe non è sopravvissuta, è morta per overdose dovuta all’assunzione di questo farmaco.

Nei giorni successivi, la piattaforma TikTok ha deciso di rimuovere l’hashtag contenente questa Challenge, ma intanto una ragazzina in piena adolescenza, presa magari dall’euforia del momento, di sentirsi superiore o di essere accettata da qualche gruppo, ci ha rimesso la vita.

Si invitano i genitori ad essere più vigili sui propri figli quando usano queste piattaforme. Vengono usati per svago, ma certe volte è meglio controllare cosa pubblicano e chi seguono, al fine di evitare queste spiacevoli situazioni e non poter più tornare indietro.

Maria Zaccaria