Monopoli: sequestro autolavaggio industriale

Cronaca

In data 01.09.2020 Militari appartenenti al Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale Agroalimentare e Forestale di Bari (N.I.P.A.A.F.) e alla Stazione Carabinieri Forestale di Monopoli, hanno sequestrato un autolavaggio industriale sito nella periferia di Monopoli.

Durante le operazioni di controllo, i militari dell’Arma Forestale hanno verificato che la ditta era priva delle necessarie autorizzazioni all’esercizio dell’attività di autolavaggio.

Ispezionando l’intero impianto di lavaggio, i militari hanno potuto constatare che le acque reflue ed i fanghi derivanti dal lavaggio di autocisterne per il trasporto di liquidi alimentari e di altri mezzi pesanti, anziché essere stoccate nelle apposite cisterne per poi essere opportunamente trattate e smaltite, venivano convogliate attraverso una condotta in un pozzo trivellato e quindi in falda acquifera. In questo modo la ditta, nel corso di circa due anni, ha potuto illecitamente smaltire ingenti quantità di reflui con un notevole risparmio sui costi di gestione dei rifiuti.

Per i reati di illecito scarico di reflui industriali nel sottosuolo ed illecito smaltimento di rifiuti, così come previsto dal D. Lgs. 152/06, i militari hanno sottoposto a sequestro l’intero impianto e deferito all’Autorità Giudiziaria il titolare dell’impresa ed il proprietario dell’area su cui veniva svolta l’attività.