Stigliano d’Oro, Appartengo, Festival Internazionale di Arte Pubblica

Arte, Cultura & Società

Stigliano, dove arte, cultura, bellezza e ottimo cibo, gli antichi sapori delle ricette delle nonne, si incontrano e si sposano.  Un meraviglioso Paese incontaminato, arroccato sulla collina materana a novecento metri di altezza  che lascia incantato chi vi arriva per il Suo panorama; infatti  una vista e un tramonto  mozzafiato, si intravede e si gode ogni sera  da questa altura dove” il cor un po’ si spaura “Stigliano, famosa per il Suo carnevale, manifestazione, dove si possono ammirare carri stupendi e  stratosferici, realizzati dai ragazzi dell’ Associazione, Make Carnival, che,  ogni anno con sacrificio e dedizione impiegano il loro tempo, le loro energie per foggiarli, è anche diventata da alcuni anni un  sito culturale artistico di un certo livello e spessore, grazie alla mente vulcanica di alcuni giovani che hanno immaginato e realizzato una arte itinerante tra le strade del proprio Paese, una galleria a cielo aperto, un laboratorio di strada dove l’arte vive e si amalgama e si unisce con gli abitanti accoglienti, disponibili e amorevoli con il prossimo, soprattutto con il turista stiamo parlando di Appartengo, la quarta edizione del festival internazionale di Arte Pubblica. In questo luogo ameno, grazie a questo intrigante evento che darà lustro ed offrirà vivacità e bellezza alla Terra del pistacchio, l’oro di Stigliano, si può, finalmente, parlare, raccontare le storie che passano attraverso la cultura artistica. Storie di artisti, uomini e donne che hanno deciso e decidono di mettersi in gioco   intraprendendo questo progetto meraviglioso, quello di plasmare e realizzare le loro creature ed esporle in questo accogliente Paese dove la natura e la tranquillità rendono l’animo sereno, atto a vibrare per poter così sferrare il lazzo della creatività. Le loro opere allieteranno ogni momento della vita stiglianese.  Le tre parole che arriveranno al cuore e che ci accompagneranno lungo questo iter stupendo sono: Arte. L’arte, infatti scuote dall’anima la polvere, le impurità le “scorie” accumulate nella quotidianità dei nostri giorni. Il nostro intento è quello di infondere nell’animo umano una nota paradisiaca, un Eden attraverso la vena artistica. Infatti per poter apprezzare una opera d’arte, non c’è bisogno di essere competente in materia come un critico, uno studioso, un professore, ma basta spalancare la porta del cuore e purificare l’anima. È Lei che si placa dalle angustie di tutti i giorni desiderando la bellezza e l’essenza dell’estetica. Noi questa bellezza desideriamo palesarla attraverso queste opere perché siamo convinti che “bellezza” richiami bellezza e non c’è cosa più dirompente della bellezza che risiede in chi si nutre di Arte.   Non c’è niente di più contagioso della creatività.  Infatti codesta è una pianta che va coltivata bene ed innaffiata della linfa vitale.  Bisogna credere all’arte della creatività come antidoto alla noia come antidoto alla cattiveria, alla malvagità umana.  Queste tre parole si manifesteranno con insistenza lungo il nostro viaggio culturale e, proprio in virtù del fatto di condividere le stesse sensazioni, la stessa sensibilità e la stessa ricerca del “Bello” con il popolo stiglianese, potremo ricomporre il puzzle che rende unica ed inimitabile una opera d’arte. È per questo che la direzione dell’Hotel Antico Pastificio Sarubbi nelle persone di Adriana Domeniconi, Nicola Lista e Pino Crescente sposa in toto questa stupenda iniziativa, lieta ed onorata di ospitare tutti gli artisti che si avvicenderanno nel territorio stiglianese regalando una ventata di ARTE eccelsa. Infatti le loro opere infonderanno nel nostro cuore una emozione incommensurabile. Scolpire, ad esempio, non è scavare un tronco, ma è percepire e trovare il respiro e l’anima della vita stessa e in essa rilevarli e palesarli Le loro opere paleseranno il vero e proprio spirito che si manifesta come passione, come sensibilità e come l’alternarsi del conoscere e del volere rappresentando una notevole ed elevata forma d’arte. Infatti la natura e tutto quello che ci circonda non è solo quello che ammiriamo cioè tutto quello che è visibile agli occhi, ma include anche le immagini interne ed intrinseche dell’anima.   Assunto, questo, che, conoscendo gli artisti che arricchiranno le vie del Paese stiglianese con le loro opere, sarà rappresentato alla grande Saranno delle perle che lasceranno un segno tangibile, un sigillo impresso nella storia di Stigliano.

Adriana Domeniconi

Amministratore Unico Hotel Antico Pastificio Sarubbi

Presidente Nazionale ACOP ONLUS (Associazione Consumatori del Popolo)

Delegata Regionale Basilicata ENAC (Ente nazionale attività Culturali)