Lavori pubblici e paesi dormienti dal punto di vista pratico e/o culturale

Cronaca

Inizio con i paesi dormienti prendendo in considerazione due che in genere ambiento i miei romanzi e racconti, anche se in realtà lo faccio  volta per volta con quasi tutti i paesi del sud est barese, essi sono CASTELLANA GROTTE e ALBEROBELLO( BA).

Tutti ritengono che questi due ridenti paesi siano per antonomasia turistici; infatti lo sono ma in modo radicalmente diverso.  Se il primo pur possedendo le grotte tra le più importanti e belle del mondo  i cittadini ritengono di fatto che il paese distante poco più di un chilometro non debba essere coinvolto con la marea di turisti che ogni anno visitano le grotte, persino anche in minor misura  in questo periodo COVID, e quindi i loro rappresentanti non fanno niente   per non prendersi alcuna  responsabilità ; tanto che di recente  per stimolare l’ amministrazione comunale, tra il serio e il faceto, ho fatto la proposta di mettere sparsi per tutto il paese letti a scomparsa, dove i turisti possano riposare se lo desiderassero, e come pubblicistica  mettere cartelli sul piazzale Anelli delle Grotte e alle porte del paese con la scritta:CASTELLANA GROTTE IL PAESE DOVE SI DORME MEGLIO .

Mentre a quanto vedo Alberobello ha il problema inverso , di fatto visitano il paese molto più piccolo di Castellana, centinaia di migliaia di turisti l’ anno, ma al di là dello sfruttamento intensivo di questo flusso, ogni  attività   culturale  che mette in evidenza la storia e le bellezze del paese è di fatto trascurata, oltre ai lavori per opere pubbliche; prova ne sia che sono anni che non si completano le nuove strutture dell’ ex mercato comunale in largo Martellotta prospiciente alla Contrada Monti , la più importante del paese.

A proposito dei lavori pubblici in generale, tutti sanno che in Italia vanno a rilento, ma specialmente al sud questo fenomeno ha la sua cronicità decennale.Ora se prima del Covid in effetti molte opere pubbliche si lasciavano deperire anche per mancanza di fondi pubblici, adesso si spera che con i nuovi fondi provenienti dalla Comunità Europea in seguito all’attuale crisi economica dovuta al lungo look down, tutto venga superato. In verità , la mia teoria sul perchè non si completano molte opere pubbliche nel nostro Paese è la seguente: in italia si fanno le opere pubbliche solo a condizione che coincidano interesse privato e/ o politico e quello pubblico., altrimenti tutto viene rimandato alle  famose Calende Greche.Infine devo aggiungere che a proposito di un altro annoso problema che riguarda le truffe sulle opere pubbliche, bastava fare concorsi di appalti pubblici che oltre  a stabilire le qualità del futuro manufatto,si mettano in evidenza i tempi per metterlo in opera con penali congrue da pagare per la ditta appaltatrice, se il tutto non viene consegnato in tempi certi, a meno che non accadessero look down vari.

Mario Marzano