Aumenta il turismo produttivo a Gravina in Puglia per i beni culturali, artigianali e agroalimentari

Arte, Cultura & Società

In questo periodo particolare, si nota con piacere l’aumento dei turisti a Gravina in Puglia, interessati ai beni culturali, visitare i sotterranei della ” Cooperativa Sociale Murgia Lab” , qui sono visibili le Foggiane – Neviere e percorsi storici di collegamento tra i palazzi del potere, fra cui il Palazzo Orsini di Gravina, dove molti Napoletani arrivano per apprezzare il palazzo Gravina sede della facoltà di Architettura di Napoli, Via Monteoliveto angolo Via Gravina, palazzo gemello sta a Gravina, denominato il Palazzo del Principe Orsini Piazza della Repubblica.

Rione Medievale di Fondovito o fondovico che si affaccia sulla gravina, qui c’è la famosa Chiesa rupestre di San Michele delle Grotte, che ultimamente su qualche opuscolo erroneamente è stata riportata come sede ad Altamura, tutto chiarito , che questa Chiesa si trova nel cuore del centro storico di Gravina e non di Altamura.

Via Civita offre un belvedere sulla Gravina ed è ben visibile il complesso abitativo delle sette camere.

La Basilica Cattedrale di S. Maria dell’assunta, anche il soccorso è interessante visitare insieme al Monastero di S Maria delle domenicane alla Chiesa del Purgatorio e alla Biblioteca Fjnia, tutte adiacenti alla Basilica.

Chiesa Rupestre di S Basilio ( di proprietà privata );

Particolari architettonici interessanti si trovano si via S. Basilio fino al belvedere di Via S Basilio fino a Via Giudice Montea dove è ben visibile il Ponte acquedotto detto degli Orsini , importante simbolo della Città che parte dal Bastione medievale ( unico resto delle antiche mura ) e arriva fino l pianoro sovrastante la Chiesa della Madonna della Stella.

Franco Nacucchi, ha intervistato Michele Capone, Direttore della Società Cooperativa Sociale ” Murgia Lab ” che sottolinea l’importanza del Ponte di Gravina, anche per votare e fare votare al Concorso Fai Ambiente detto Ponte, ha precisato che è possibile visionare ” izi.Travel ” audio guida online per itinerari turistici,scaricare l’ App, dei mini tour per guidarti alla scoperta di Gravina, storia, cultura, natura, ulteriori informazioni storiche sono disponibili sulle guide cartacee presso l’info poin Murgia Lab, inf@murgiaturismo.it,   info 080.3269717 Via Matteotti, 4 , dove è possibile incontrare il giovane artista Giovanni Sornatale ” Gianni ” impegnato a preparare manualmente le Cola Cola di Gravina in Puglia, simbolo della creatività popolare gravinese e modellato in creta ed è patrimonio tradizionale dell’artigianato agro-pastorale gravinese.

Sede dell’agri biologica delle murge, turismo esperienziale, corsi e laboratori didattici, trekking, casa vacanze in masseria, vendita diretta e degustazione di prodotti tipici locali , fra cui l’ottimo vino di Michele Capone, è possibile chiedere informazioni per i laboratori didattici di economia domestica, argilla, astronomia, muretti a secco, filiera del grano, uva, olive, latte, mandorle, ferula, erbe officinali, grafica pittorica, archeologia, sculture vegetali, mestieri e giochi antichi, presso il Borgo Rurale Dolcecanto di Gravina in Puglia

Sta crescendo a Gravina l’interesse dei souvenir di terracotta e di ceramica, oltre alla Cola Cola,anche per il Ponte di Gravina, oggetti,  predisposti manualmente  dall’artista Gianni Sornatale, dal maestro ceramista Vito Graziani, dalla decoratrice Nicoletta Sandu con laboratorio in Via G Di Vittorio, dalle ceramiche di ” SIDE ” prendono forme dei metodi sostenibili di abitare le gravine.

Anche il gelato artigianale di Gianfranco Colonna, del Bar La Stazione di Gravina, sta avendo un’attenzione particolare da parte dei turisti per i diversi gusti.

Franco Nacucchi  con il giovane artista Gianni Sornatale