Assessore Borraccino, Bene il movimento turistico nella provincia di Taranto ed in Puglia

Diritti & Lavoro

Accolgo positivamente i dati sull’incremento del turismo a Taranto, nonostante il calo dovuto al post pandemia.

Anche se la stagione della vacanze non è terminata, infatti, sono aumentati – secondo quanto precisato recentemente dal Comune capoluogo – gli arrivi e le presenze rispetto allo stesso mese del 2019, con un incremento rilevante a Taranto città e lungo la costa, oltre che in alcuni comuni, per esempio Grottaglie, che – in molti giorni di agosto – hanno registrato un picco di prenotazioni alberghiere e un gran movimento nel centro storico.

Credo sia un segnale importante, soprattutto analizzando i dati sulle strutture ricettive alberghiere ed extra-alberghiere, che sono considerevoli per l’intera regione, con Taranto e la litoranea che si distinguono positivamente rispetto alla media regionale. E’ un segnale di crescita e di sviluppo, che intendiamo continuare a sostenere anche con le misure agevolative del Microprestito e del Titolo II, per complessivi 512 milioni di euro, che riservano opportunità di sostegno anche alle strutture ricettive, di somministrazione di alimenti e bevande e turistiche in generale, varate dalla Regione Puglia e curate dall’Assessorato allo Sviluppo Economico, che mi pregio di rappresentare.

Al di là degli effetti negativi sull’economia e sul turismo causati dal lockdown, la Puglia resta, infatti, una meta ambita e molto ricercata dai turisti di tutta Italia; un merito agli operatori del settore, che hanno saputo investire sull’accoglienza e sulla qualità del turismo, ma anche alle scelte politiche regionali di questi ultimi 15 anni, in cui il centrosinistra – con il presidente Vendola in due legislature e poi con il presidente Emiliano – ha saputo valorizzare l’appeal del brand Puglia, oggi divenuto marchio turistico conosciuto in tutto il mondo.

La Regione ha compiuto scelte oculate sposando, infine, alcune iniziative che hanno fornito il proprio prezioso contributo turistico e culturale. Un esempio è il Tour Taranto Opera Festival, una “scommessa” fatta di musica, cultura ed enogastronomia per valorizzare l’offerta turistica del territorio ionico. I concerti, al Castello Aragonese, hanno registrato il tutto esaurito e le altre iniziative (visite guidate nei luoghi di maggiore interesse storico ed architettonico, percorsi gastronomici pugliesi ed appuntamenti musicali di prestigio), con il coinvolgimento dei partner istituzionali e di due tour operator, stanno riscontrando un grande gradimento.  Il Tour Taranto Opera festival,  promosso dal Taranto Opera Festival, dall’associazione musicale Domenico Savino e dal Comune di Taranto (assessorato alla cultura), è stato patrocinato anche dalla Regione Puglia. Agli organizzatori – che ho incontrato durante la conferenza stampa di presentazione svoltasi al Teatro Fusco, a cui ho partecipato in rappresentanza della Regione Puglia – rivolgo nuovamente un plauso, auspicando che l’iniziativa possa essere replicata anche in futuro, proprio per il buon riscontro ottenuto.

MINO BORRACCINO

ASSESSORE ALLO SVILUPPO ECONOMICO

REGIONE PUGLIA