Referendum per corrispondenza

Politica regionale, nazionale e internazionale

E’ da mesi, dopo il primo rinvio causa della pandemia, che era stato proposto, proprio tramite questo quotidiano on-line, di varare il voto referendario per corrispondenza. Non e’ una novità che avevamo indicato, ma un palese segnale di maturità democratica già adottato in parecchi Paesi del mondo. Stati Uniti compresi.

Da noi, s’è preferito “rimandare” la consultazione. Ora l’eventualità sembra potersi ripresentare. Se tutto dovesse slittare nella primavera del 2021, l’attuale Esecutivo continuerebbe il suo percorso in “polemica” con l’attuale Potere Legislativo e il Paese non sarebbe in grado di recuperare il terreno perduto.

Gli elettori hanno, ora, spazio per esprimere il loro giudizio. Perché, se è la somma che fa il totale, è venuto il momento di dimostrarlo. Fateci sapere le vostre impressioni. Ne sarà tenuto il dovuto conto. Anche in caso d’altro rinvio.

Giorgio Brignola-Redattore