Iniziativa dell’Archeoclub “Ponte Romano”

Arte, Cultura & Società

CANOSA IN PUGLIA – Prima iniziativa dell’Archeoclub “Ponte Romano”: giovedì, 13 agosto alle ore 19:30 presso le Cave Leone in via Lavello n. 19 – Canosa di Puglia (BT), presentazione del romanzo “Profumo di Bergamotto” di Maria Giuseppina Pagnotta, Edizioni Magister.

Pronti, partenza, via! Inizia all’insegna dell’entusiasmo, e non poteva
essere altrimenti, l’avventura della ricostituita associazione
Archeoclub “Ponte Romano” che vuole ripartire nei migliori dei modi e
calendarizza questo appuntamento ospitando l’ultimo successo letterario
della valorosa esponente culturale pugliese, Maria Giuseppina Pagnotta.
L’obiettivo della rinata Associazione, è quello di valorizzare Canosa di
Puglia in tutte le sue sfaccettature attraverso dedizione e abnegazione.
Passo dopo passo, l’obiettivo sarà chiaramente quello di raggiungere più
traguardi possibili grazie anche alle idee dei vari associati che
dovranno poi essere trasformate in qualcosa di concreto e tangibile.

Laureata col massimo dei voti nel campo del Disagio, Devianza e
Marginalità presso l’Università degli Studi di Bari, l’autrice è stata,
fra le altre cose, direttrice artistica e madrina in diverse
trasmissioni televisive, intervistata da Gigi Marzullo nella
trasmissione RAI «L’Appuntamento scrittori in TV», autrice di testi di
canzoni e voce recitante in reading di alta drammaturgia con musica.
Premiata ai primi posti in svariati concorsi Letterali Internazionali, è
stata sia la vincitrice del “Premio Leonardo Azzarita” alla carriera
2016, sia l’autrice di testi teatrali interpretati da attori del
panorama italiano, come Enzo Decaro, in “Memorie di Federico II” e
Alessandro Haber in “Mostri in Erba-Disamina di una strage”. L’evento
vedrà susseguirsi in rapida successione i saluti del Presidente
dell’Archeoclub Canosa Giuseppe Caporale e l’introduzione di Sabino
Silvestri nonché direttore della suddetta associazione.

Il dialogo con l’autrice sarà invece affidato alla book blogger Luciana Fredella, che avrà quindi modo di illustrare al pubblico contenuti e curiosità del successo letterario “Profumo di Bergamotto”. L’ultima fatica letteraria della scrittrice Maria Giuseppina Pagnotta, è una intensa saga familiare ispirata a una storia vera, che nell’ultima parte fa della giustizia il suo principale leitmotiv, attraverso vicende d’amore e di vita di una
famiglia pugliese, le cui donne, che si scoprirà essere le vere
protagoniste del lavoro, detengono un segreto importante: quello della
premonizione. Il primo protagonista, ingegnere meccanico che in seguito
diventerà un geniale inventore (si tratta del pugliese che ha progettato
e realizzato la prima mietitrebbia e la prima pressa idraulica per la
spremitura delle olive), si imbarcherà agli inizi del ‘900 verso
l’Oriente e da vero eroe salverà l’equipaggio. Una profumata piantina
pegno d’amore, sarà il vessillo di tutto il romanzo.

Il libro, la cui copertina è una delle opere pittoriche della
scrittrice, presentato nella rassegna nazionale “Più Libri, Più Liberi”
a Roma, è una sorta di trilogia ambientata fra le due Grandi guerre
mondiali, che arriva fino ai nostri giorni. Nelle suggestive Cave Leone
di Canosa Sotterranea, il romanzo avrà sicuramente modo di suscitare
nella sua presentazione molteplici riflessioni su valori ormai
dimenticati, grazie soprattutto ai numerosi dettagli che lo rendono
ricco di spunti e di profonde emozioni.