Calcio: l’italo-venezuelano Savarese sogna il primo scudetto nella MLS

Diritti & LavoroSport & Motori

L’italo-venezuelano Savarese vuole vincere il suo primo titolo della MLS. foto cortesia

CARACAS – Da quando ha tolto gli scarpini (che nel suo caso erano una sorta di cannoni) per accomodarsi in panchina in una nuova veste, quella dell’allenatore, l’italo-venezuelano Gianni Savarese ha dimostrato che lo stesso fiuto che aveva per i gol lo ha per le tattiche ed il bel gioco.

Il gioiellino targato Centro Italiano Venezolano di Caracas come allenatore ha già vinto con il New York Cosmos nella North American Soccer League (NASL), e adesso vuole farlo nella prestigiosa Major League Soccer (MLS) con i Portland Timbers.

Oggi, alle 20:30 (ora di Caracas), nella finale della denominata “MLS is Back” sfiderà l’Orlando City. La squadra dello stato dell’Oregon ha il dente avvelenato dopo la finale persa un paio di anni fa.

La formazione allenata dal mister di origine campana é l’unica imbattuta. Nella fase a gironi di questa MLS is Back ha affrontato i Los Angeles Galaxy (2 – 1), Houston Dynamo (2 – 1) ed ha pareggiato 2 – 2 con i Los Angeles FC.

Negli ottavi di finale i Timbers hanno affrontato l’FC Cininnati pareggiando 1 – 1 nei 90 minuti regolamentari, vittoria ai calci di rigore. Nei quarti di finale, successo in rimonta 3 – 1 con i New York City.

I Timbers hanno in rosa due calciatori venezuelani: José “Brujo” Martínez, Renzo Zambrano e Pablo Bonilla.

Dal canto suo, l’Orlando City ha timbrato il pass per la finale dopo aver battuto per 3 – 0 in semifinale l’Atlanta United. La squadra dello stato della Florida ha in rosa il portoghese Nani, campione d’Europa con la sua nazionale nel 2016.

Entrambe le squadre si presentano alla finalissima della “MLS  is Back” da imbattute. La gara di oggi avrà come scenario la capsula magica di Walt Disney World.

(di Fioravante De Simone)