Bari – Da domani comincia il nuovo progetto tecnico-dirigenziale

Sport & Motori

Dunque ci siamo. O, quanto meno, dovremmo esserci. Stasera il Napoli giocherà contro il Barcellona in Spagna e, in base al risultato, sin da domani mattina – come scrive la Gazzetta del Mezzogiorno – si riunirà il vertice della Filmauro composto dalla famiglia De Laurentiis in compagnia dei più stretti collaboratori, per gettare le basi sulle due società meridionali, Napoli e Bari che – lo ricordiamo – sono sotto la stessa egida della società che produce film.

Il Bari, per i De Laurentiis, è una vera e propria scommessa che intendono vincere a tutti i costi anche perché, da imprenditori, si deve produrre ricchezza, utile, di pari passo con gli obiettivi che sappiamo tutti esser quello dell’immediato ritorno in serie A senza indugi, anche per rientrare dagli investimenti copiosi fatti fino adesso che non hanno fruttato alcuna entrata se non marginale. Occorre mettere in pratica il business plan già stilato due anni fa per far tornare il Bari in serie B al più presto anche per sfruttare tutte le potenzialità che offre il bacino d’utenza barese e, nello stesso tempo, la famiglia non può permettersi di vivacchiare in una situazione che non può accontentare i vari sponsor e i partenr che vedrebbero tarparsi le ali.

Da domani, dunque, ci si metterà a lavoro, anche se sicuramente fino adesso la dirigenza barese, nel suo apparente silenzio, non è stata con le mani in mano, le basi saranno state già gettate per capire se prevarrà la linea interna, ovvero quella della conferma di Vivarini sulla panchina e di Matteo Sacala come DS, soluzione, questa, che prevale nella mente della dirigenza per la stima che nutre verso i due personaggi, innestando quei 5-6 giocatori utili per irrobustire una colonna portante già consolidata, oppure ci sarà una mezza rivoluzione con cambi tecnici e dirigenziali attorno ai quali verrà costruita una nuova rosa di giocatori magari lasciandone qualcuno utile. I nomi, si sa, son sempre quelli: Romairone quale possibile nuovo DS (in tal caso Scala potrebbe rimanere al Bari con un nuovo status, oppure emigrerebbe alla corte di Aurelio De Laurentiis sotto l’ombra del Vesuvio), Attilio Tesser, Gaetano Auteri, Marco Baroni e Roberto Venturato come allenatori eventualmente reclutatili al posto di Vivarini. Senza dimenticare che c’è da confermare la sede del ritiro.

Bisogna, però, fare in fretta perché occorre al più presto allestire l’organigramma e la rosa necessari per vincere il campionato a tutti i costi, in quanto una seconda malaugurata permanenza in serie C aprirebbe scenari grigio-scuri dal momento che le uscite sarebbero ingenti e difficili da recuperare. Non bisognerà commettere alcun errore stavolta. Difficile? Si, ma non impossibile per le capacità imprenditoriale di questa azienda.

Massimo Longo