Bari – Intrigo barese alla Hitchcock

Sport & Motori

Intrigo internazionale. Anzi barese. Così parafando un celebre film di Alfred Hitchcock, il Bari si appresta a tentare di scrutare l’alba dentro l’imbrunire, un’alba fatta ancora di incertezze, mentre le altre concorrenti non aspettano. Il profilo di “Cary Grant”, alias Matteo Scala, a quanto pare, sembra essere in discussione nonostante il secondo anno di contratto in tasca. Infatti il DS potrebbe lasciare Bari per approdare a Napoli o, in alternativa, potrebbe essere promosso a Direttore Generale sempre nel Bari.

Si parlava di un intrigo in quanto, ad oggi, non è parso di sapere chi siederà sulla panchina del Bari, chi sarà il riferimento dell’allenatore per il reclutamento dei nuovi giocatori, né si sa quale sarà il ritiro nonostante le voci che ricondurrebbero in Abruzzo. Insomma, siamo al sei di agosto e l’intrigo si fa sempre più fitto.

Come scrive la Gazzetta del Mezzogiorno, Matteo Scala ha discusso con Vivarini per la lista della spesa prima di preparare la relazione da sottoporre al presidente De Laurentiis, ma l’incontro slitterà ulteriormente, forse nella prossima settimana dopo la gara del Napoli contro il Barcellona.

Per questa troppa attesa si può ipotizzare che si vada incontro ad un maquillage nel Bari nonostante il buon lavoro svolto sia da Scala che da Vivarini, perché – inutile nasconderlo – il lavoro buono c’è stato: una promozione dalla D alla C ed una finale persa, male, ai playoff in serie C anche se da questo Bari ci si aspettava qualcosa in più sia in termini di gioco, sia in quelli di resa, ma 27 turni di imbattibilità non sono passati inosservati nonostante i troppi pareggi maturati. Ma ormai è acqua passata, occorre guardare avanti adesso.

E laddove Scala dovesse lasciare il posto libero, si fanno sempre più nitide le ipotesi di altri profili. La Gazzetta del Mezzogiorno cita Giancarlo Romairone come primo profilo. Il DS, ex attaccante, ha lavorato a Carpi, a Verona col Chievo e a La Spezia non ottenendo, tuttavia, risultati esaltanti ma ha sicuramente maturato esperienza. Poi ci sarebbe il profilo di Pietro Accardi, DS dell’Empoli fresco di retrocessione dalla A alla B e appena fatto fuori con la sua squadra dai playoff di B, dirigente che dovrebbe liberarsi dalla squadra toscana molto presto. Accardi, tra l’altro, scelse come tecnico dell’Empoli proprio Vincenzo Vivarini che poi fu esonerato per far posto ad Andreazzoli. Ma occorre anche dire che Accardi potrebbe non voler scendere in C.

In tutto questo terribile macramè dirigenziale-tecnico, è difficile prevedere qualcosa di certo nel Bari. Scala è in dubbio, Vivarini pure, insomma siamo in alto mare. Rimangono aperti sempre i profili di Tesser, Auteri, Baroni e, a sorpesa, anche Roberto Venturato.