Puglia, Berlusconi-Meloni-Salvini: dl precedente grave, Colle vigili

Politica regionale, nazionale e internazionale

    • “Rischia di compromettere libertà voto. Noi pronti a legge in Regione”

“In Puglia si sta giocando con le istituzioni piegandole ad interessi di una parte politica. Per responsabilità del presidente uscente, il consiglio dei ministri si è preso la responsabilità di scrivere un provvedimento che rischia di compromettere il libero esercizio del voto in Puglia e rappresenta una gravissima ingerenza politico-elettorale. Il rischio evidente è quello di creare un precedente pericolosissimo ed un incidente istituzionale finalizzato a far saltare le elezioni. Chiediamo che su questa situazione vigili il Presidente della Repubblica”. LO affermano in comunicato congiunto di Silvio Berlusconi, Giorgia Meloni e Matteo Salvini.

“Il centrodestra ha già comunicato più volte che è disponibile subito a votare in Consiglio Regionale il testo di legge che prevede la preferenza di genere. L’altra notte è mancato il numero legale in aula perché la maggioranza ha abbandonato. Noi ci siamo, nel rispetto delle regole. Si convochi il Consiglio e si metta fine a questa farsa. Non accetteremo in alcun modo ulteriori forzature – si conclude la nota – e chiediamo che vengano salvaguardate la libertà e l’autonomia della Puglia”.