Opposizione Comune di Lizzano: Basta malagestione raccolta rifiuti!

Cronaca

Continua la politica del piagnisteo da parte del sindaco di Lizzano D’Oria incapace, insieme alla maggioranza consiliare che rappresenta, di affrontare le problematiche dei cittadini con le necessarie competenze, dimostrando, per l’ennesima volta di non essere all’altezza di un apprezzabile governo del paese.

Il primo cittadino, infatti, ha esternato la sua rabbia, sparando contro il vuoto, con accuse rivolte agli incivili frequentatori delle nostre spiagge, che abbandonerebbero i rifiuti da essi prodotti sulle coste e, continua, sostenendo che per Lizzano la stagione estiva inizia male.

Forse la sindaca non si è resa conto che siamo arrivati alla fine di luglio, pertanto la stagione estiva volge verso il termine, piuttosto che all’inizio. Ma, al di là di questo dettaglio, la cosa che preoccupa veramente è che questa amministrazione si è dimostrata incapace, fin dall’insediamento, di affrontare con le necessarie competenze e con una accettabile gestione del servizio, la problematica inerente la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani.

In particolare, durante il periodo estivo, emergono le vistose lacune da parte di chi gestisce, sia politicamente che operativamente, il servizio, considerato che per la terza stagione estiva consecutiva il nostro territorio viene preso puntulmente di mira da diversi servizi giornalistici, che rimarcano, con eloquenti report fotografici, la scarsissima qualità del suddetto servizio, mettendo in risalto cumuli di rifiuti sparsi lungo il litorale di nostra competenza.

Servizi che non giovano sicuramente alla comunità lizzanese ed alla potenziale attrazione turistica che la nostra marina offre, tutt’altro.

Ma veramente il sindaco D’Oria pensa che gli incivili siano concentrati solo sulle nostre spiagge? Purtroppo è una categoria di persone che è sempre esistita e, ahinoi, continuerà ad esistere. Ma perchè il sindaco e la sua maggioranza, con a capo l’assessore che ricopre la delega a tale servizio, non si chiedono perchè nelle zone limitrofe non si verificano le stesse situazioni? Noi siamo convinti che, vedendo anche le realtà limitrofe al nostro territorio che non destano tali evidenti sgradevoli situazioni che speriamo non sfocino in qualche emergenza sanitaria, oltre a quella che stiamo ancora vivendo, le colpe maggiori, pur essendo consapevoli della esistenza di gente incivile, siano da attribuire alla totale incapacità di gestire il servizio in maniera adeguata da parte del sindaco e della sua maggioranza.

Il nostro suggerimento, per il bene dei lizzanesi, è che, qualora il sindaco D’Oria ritenga che non ci siano figure, all’interno della propria squadra di maggioranza, all’altezza della situazione che possano dare un serio contributo politico per la risoluzione del problema che è diventato annoso, considerato anche che non sarebbe una novità, di guardare al di fuori del suo organigramma politico e nominare un altro assessore esterno.

Se poi il sindaco vuole scrivere alla Procura dica anche perchè le assunzioni dei lavoratori stagionali sono arrivate con un mese di ritardo rispetto a quanto previsto contrattualmente, con forti disagi per il servizio ed aggravi economici per l’Ente! Cara sindaca, invece di accettare le telecamere in regalo dalla Teknoservice, controllate che rispettino il capitolato.

È ora di smettere di piagnucolare e cercate invece di dare risposte serie e concrete ai lizzanesi ed al territorio!

I consiglieri comunali

Massimo Berdicchia           Carmelo Bottazzo          Chiara Caniglia             Angelo De Lauro Piera Gallo                   Gianluca Lecce            Ilaria Saracino