Francesca Ferri: Difendere la città da Degrado ed Irregolarità

Cronaca

Il consigliere comunale torna sulla questione degrado causati da mercati abusivi  in Piazza Moro e parrucchiere irregolare in piazza Umberto.

BARI – Ogni Giovedi e Domenica in pieno centro a Bari, nei pressi dell’ ex hotel Leon D’Oro si tiene mercato irregolare gestito  da rom ed extracomunitari.

“Ho ricevuto molteplici riscontri dai cittadini per tale la fattispecie  sollevata  e da consigliera comunale ho il dovere di portare in consiglio comunale le istanze dei cittadini baresi” dichiara la Ferri.

“Proprio per questa ragione, ho appena oggi visitato l’ area cosi come ho fatto nella serata di ieri.

La mia proposta, in virtù degli accumuli di rifiuti trovati nelle aiuole della vergogna,  è quella di intervenire con urgenza dato che  i cittadini non possono convivere con  oggetti di ogni genere e  materiale fecale che con il caldo diventa una vera emergenza sanitaria.

Da considerare,  inoltre,  che la settimana scorsa sono state elevate a 42 operatori mercatali di Bari contravvenzioni per violazioni alle norme anti Covid, cosa che non è accade nei riguardi dei venditori illegali di questo mercato. Si ha la percezione che quest’ultimi sia dotati di una sorta di inspiegabile impunità. Atteggiamento sa di beffa per i commercianti baresi regolari, che pagano regolarmente le tasse, specie dopo aver patito le conseguenze finanziarie della pandemia.

Aggiungo un altro problema sanitario che organi di stampa hanno sollevato, per il quale si dovrebbe intervenire con urgenza: In Piazza Umberto, lato Ateneo- fontana, in corrispondenza di un negozio di un noto gestore telefonico, da tempo ormai è attivo un esercizio di parrucchiere clandestino all’ aperto gestito da  extracomunitari.

E’ un gruppo di extracomunitari che taglia i capelli ai connazionali con tanto di servizio  treccine rasta, nessuna misura di protezione anticovid (mascherine e guanti). Sono così sfrontati ed irrispettosi da aver collocato sedioline per i clienti e quando piove persino  una copertura pensilina su un albero.
Uno schiaffo ai parrucchieri regolari baresi dai quali si pretende  misure sanitarie e prenotazione.

Sarebbe opportuno,  che urgentemente  e per motivi di salute, il Comune voglia provvedere all’ immediata sanificazione del giardino di Piazza Moro davanti ex Hotel Leon d’ Oro impedendo da subito detto mercato  e al contempo di impedire in Piazza Umberto l’ esercizio clandestino di attività di parrucchiere. Questo è il salotto barese, conclude Francesca Ferri,  un bigliettino da visita per turisti e cittadini di altre città e non bello mostrare tanto degrado e tanta irregolarità!”

Beppe Magrone