Negri, sport in the Usa: le vite nere contano a molfetta

Cultura & Società

Il 29 luglio, dalle ore 19.00, visione del documentario assieme al regista presso Le Macerie – Baracche Ribelli

“La questione razziale dura da 400 anni e ho voluto iniziare a raccontarla perché oltre che in America, nel nostro Paese, ma anche in Europa e nel resto del mondo, i rigurgiti di xenofobia e di intolleranza razziale sono all’ordine del giorno.

Con questo documentario ho provato a raccontare un secolo di storia degli Stati Uniti attraverso le vittorie, ma anche le innumerevoli difficoltà che questi grandi campioni, ma non solo loro, hanno dovuto affrontare per potersi esprimere non solo a livello sportivo, ma anche sociale e culturale”.

“Negri, Sport in the Usa” è il titolo dell’opera realizzata dal regista cosentino Francesco Gallo e vincitrice del Los Angeles Award come miglior documentario 2020.

Le varie vicende vengono narrate con l’ausilio della proiezione di immagini, le quali si rivelano sempre estremamente pertinenti e ben correlate. Ogni periodo storico, anticipato da una precisa localizzazione temporale, è narrato con estrema cura e passione e non risulta dispersivo: la complessità di alcune vicende, che potrebbe causare confusione temporale, viene agevolata dalla precisa collocazione storica che permette allo spettatore di immedesimarsi negli eventi e correlarli correttamente tra loro. Durante la proiezione, vengono descritte le gesta di sportivi di assoluto valore come Mike Tyson, Muhammad Ali, Marshall Taylor (conosciuto anche come “il ciclone nero”), Jesse Owens, Kobe Bryant, Serena Williams e tanti altri.

Il documentario ha la funzione di proseguire, da parte del territorio di Molfetta, il percorso sul “diritto di contare”, partito da alcuni cittadini con il flashmob del 20 giugno al grido #BlackLivesMatter.

L’evento, gratuito, è promosso da Le Macerie, TESLA – Tempi E Spazi Liberamente Attivi e Molfetta Accogliente e partirà con un’apericena assieme a un’ introduzione promossa da Gabriele Vilardi  (Molfetta Accogliente) , Giuseppe Tiano (Associazione la Terra di Piero) e il regista presente alla proiezione.

A tutti è rivolto l’invito a partecipare e sostenere un’iniziativa in cui i valori come antirazzismo e cultura sono un connubio indissolubile; valori in cui crediamo fortemente.

#AMolfettaNessunoèStraniero
#BlackLivesMatterMolfetta