“Più che umano”, il romanzo di Fabrizio “Jorily” Zuccari

Diritti & Lavoro

Dopo aver pubblicato una serie di racconti, Fabrizio “Jorily” Zuccari si confronta con il suo primo romanzo: “Più che umano”, edito da Lupi Editore. Intrighi, omicidi, indagini apparentemente scollegate tra loro. In un mondo di domani, un detective del passato, senza un passato, dovrà salvare il futuro. Il libro è promosso dall’agente letterario Eleonora Marsella.

Il libro

«Questa tua attenzione per i dettagli insignificanti a volte mi irrita Lasttri, comunque la risposta è No! Non lo passiamo per ora alla C.I. perché di solito i trafficanti trasportano organi già espiantati più facili e meno ingombranti di un intero cadavere… o due! E perché prima vorrei risolvere l’omicidio del conducente.»

In un mondo futuro che non è più il suo il detective Adam Lasttri prova a ricostruire il puzzle di piccoli pezzi del suo passato intrecciando la sua vita con indagini su trafficanti di organi, omicidi, potenti corporazioni e la sua nuova famiglia di colleghi della polizia di Cidice, Città di Costa Est, la megalopoli una volta nota come New York.

Riuscirà un detective newyorkese, rimasto ibernato per oltre duecento anni, a risolvere un caso che potrebbe salvare la razza umana e restituirgli il suo passato?

L’autore

Fabrizio “Jorily” Zuccari, 3/8/1969.

Cittadino del mondo, sognatore del XX secolo di creature fantastiche e navi spaziali che vanta ricordi della TV in bianco e nero.

Cresciuto in parallelo alla storia dell’informatica, ambito nel quale lavora da più di 25 anni, trova sempre riflessi di colore anche tra i grigi 1 e 0 dei bit del suo computer.

Ha pubblicato diverse raccolte di racconti brevi comici, fantastici e romantici.

Finalmente alla sua “prova del romanzo vero”.