Il Corriere di Puglia e Lucania incontra Meridia

Diritti & Lavoro

ll dr. Antonio Peragine, direttore del Corriere di Puglia e Lucania in compagnia dell’Avv. Luisa Guarracino, della redazione del giornale, hanno incontrato il dr. Gianfranco Visicchio, Presidente di Meridia consorzio di cooperative sociali per una panoramica della cooperazione in Puglia.

Gianfranco Visicchio, esperto di lungo corso della Cooperazione, ha creato il Consorzio Meridia si occupa di promuovere, tutelare e rafforzare lo sviluppo delle cooperative sociali impegnate nella gestione di servizi alle persone e nell’inserimento nel mondo lavorativo di soggetti che si trovano in uno stato di emarginazione sociale.

Meridia inizia le proprie attività nel 1999 ed attualmente comprende le segue associazioni:

Cooperativa Sociale “Zorba”, Servizi Multipli Integrati, CON NOI Cooperativa Sociale, Cooperativa Sociale ALIANTE“GEA”, Cooperativa Sociale A.R.L., Cooperativa Sociale “Il Castoro a.r.l”, Cooperativa Sociale “NUOVI ORIZZONTI”, Cooperativa Sociale “NUOVI SENTIERI”, “Spes”, Società Coop. Sociale s.r.l., Onlus“ITACA” – Cooperativa Sociale, OPERAMICA Cooperativa Sociale.

Il Consorzio si occupa di welfare con attività esternalizzate dal collocamento al lavoro al servizio di assistenza domiciliare alle famiglie ed agli anziani; offre supporto per l’integrazione scolastica e sociale extrascolastica dei diversamente abili ed è centro antiviolenza; costituisce un importante Polo territoriale di rifermento del cd. Terzo settore.

Tra le funzioni del Consorzio anche il Segretariato Sociale per l’inclusione sociale, l’inclusione attiva e la formazione.

Meridia, spiega il presidente, “rappresentando le associate, partecipando a gare e bandi, acquisendo contratti con enti pubblici o soggetti privati, gestisce attraverso le cooperative le commesse acquisite e garantisce vantaggi quali concorrenzialità e uno studio preciso delle opportunità, sviluppato su una conoscenza approfondita delle realtà associate e del territorio nel quale opera”.

Il dr. Gianfranco Visicchio evidenzia le notevoli difficoltà riscontrate durante la quarantena imposta dalla pandemia che ha causato riduzione dei servizi comunque garantiti al territorio; auspicando per il futuro la possibilità di assicurare i medesimi standard di assistenza.

Il presidente Visicchio dialogando sul Tema delle prospettive economiche, nazionali e regionali, sottolinea l’ opportunità di cambiare gli attuali indirizzi che hanno generato la delocalizzazione delle attività produttive; conclusione condivisa dal dr. Antonio Peragine che da sempre cerca di tutelare e promuovere le “radici” della cultura italiana anche nella sua veste di presidente dell’Associazione Nazionale Italiani nel Mondo ‘ANIM’ e di Radici, Associazione Internazionale per la Tutela della Cultura Straniera.

L’ incontro, tra “menti aperte ed in costante cambiamento”, si è concluso con l’ auspicio di nuove opportunità di crescita sociale e collettiva.

Avvocato Luisa Guarracino