Nel ricordo di Max Paganini

Cronaca

Borse di studio, assegni di ricerca, solidarietà, bonus per i nuovi nati 

Approvazione all’unanimità per continuità e progresso

 

Di Riccardo Guglielmi

Il Consiglio di amministrazione della società CBH, l’importante polo aziendale della Sanità accreditata pugliese,  cui fanno capo Mater Dei Hospital e i 3 centri di dialisi, Santa Rita, Villa Lucia e Città di Bisceglie, nella riunione del 10 luglio, ha approvato all’unanimità una serie di iniziative per ricordare l’alta opera meritoria e onorare la memoria del compianto Amministratore delegato Max Paganini. L’avvocato “gladiatore” come lo descrivono i suoi più vicini collaboratori, per oltre 20 anni ha guidato questo importante gruppo che in Puglia ha ininterrottamente fornito, anche nella recente emergenza Covid, cure e assistenza di qualità ai cittadini bisognosi di aiuto. L’intero polo aziendale  è realtà e risorsa per la Regione Puglia: garantisce oltre 1000 posti di lavoro, valorizza professionalità e aspettative di tutti i dipendenti ed è sempre attento a coniugare tecnologie avanzate e umanizzazione delle cure. È stato lo stesso Presidente del gruppo, Emmanuel Miraglia, a proporre le 5 iniziative a breve operative, vera testimonianza di impegno per continuità e progresso dell’intero gruppo.  Premiare il merito, investire nelle prossime generazioni favorendo figli dei dipendenti e ricercatori di origine pugliese, sono gli elementi valoriali messi in atto per mantenere sempre accesa nei cuori la fiamma del ricordo di Max Paganini.

Nel dettaglio le iniziative approvate:

  1. Istituzione di borse di studio per i figli più meritevoli dei dipendenti a partire dall’anno scolastico appena concluso e con un impegno di spesa di circa 30mila euro;
  2. intitolazione dell’Aula Magna di Mater Dei a Max Paganini;
  3. messa a disposizione a favore della Caritas di Bari per i più bisognosi di numero 2000 pasti in occasione delle prossime festività natalizie;
  4. istituzione di un premio di ricerca di € 10.000,00 per ricercatori di origine pugliese finalizzato alle cure della leucemia;
  5. bonus di € 500,00 per ogni nato, figlio di dipendente, nell’anno solare 2020.

“I bandi relativi alle borse di studio ed al premio di ricerca saranno pubblicati entro il mese di luglio e ne conterranno le caratteristiche ed i requisiti di partecipazione e la composizione delle rispettive commissioni giudicatrici”.

È un continuare la tradizione di un Gruppo aziendale che, nell’interesse esclusivo della persona malata, ha sempre prodotto salute, benessere, armonia, solidarietà e  consenso nella comunità.