Istituire il laboratorio per la partecipazione “urban center”

Ambiente & Turismo

Con l’approvazione della Delibera Giuntale n.108/2020, solo in ultima analisi, l’Amministrazione Comunale di Taranto ha dato indicazioni delle attività programmatiche e progettuali in atto nei vari settori e delle previsioni secondo un annunciato MASTERPLAN.
Nei giorni 9 e 10 Gennaio 2020, durante l’incontro tenutosi al Teatro Fusco di Taranto, quest’ultima incontrava il partenariato pubblico-privato promuovendo un modello di Governance e transizione ecologica ed economica per un futuro differente per la città di Taranto.

Pur dando atto che, questa compagine politica e tecnico amministrativa ha portato a compimento, attività propedeutiche ad una pianificazione urbanistica (DPP del PUM) e strategica attenta alla mobilità sostenibile (PUMS) e alla promozione, del sistema intermodale sostenibile anche per l’ultimo miglio.

Ricordando inoltre che la legge per l’area di crisi di Taranto richiede al Comune un ulteriore impegno nell’attuazione del contratto istituzionale di sviluppo per Taranto (CIS) ove sono coinvolti anche quali decisori, altri enti locali, Regione, Autorità di Sistema Portuale dello Ionio e Ministeri Competenti.
Ciò premesso chiediamo al Sindaco di costituire l’annunciato URBAN CENTER al fine di permettere ai cittadini, professionisti e portatori di interesse di poter ottenere informazioni sulle azioni in atto e previste a farsi, riguardanti la pianificazione e programmazione dell’Ente, nel rispetto dei punti cardine della “partecipazione” che si basa sui principi di informazione, trasparenza e facilità di accesso agli uffici comunali.

Tale condizione è necessaria considerato che il documento allegato alla sopra indicata delibera Giuntale individua percorsi fondamentali, previsti per le città Smart secondo la programmazione nazionale ed europea certamente da sostenere, che immaginano:
– dettagli specifici sulle azioni di programma previste e sulle analisi della tenuta complessiva delle stesse;
– come cittadini, professionisti e portatori di interesse, un quadro di sintesi con riferimento al territorio e che, racconti come tutto si tiene insieme sul piano strategico e della sostenibilità.

In definitiva chiediamo di avviare l’Urban Center, in una sede non decentrata così da rappresentare l’interfaccia “facilitatore” tra Enti-istituzioni interessate allo sviluppo di Taranto e i cittadini.

Ricordiamo infine che, l’Amministrazione Comunale, unitamente alla Regione Puglia (ASSET Puglia per Piano strategico “Taranto futuro prossimo”) ha definito un programma di assunzioni di professionalità specifiche per gestire la fase partecipativa dell’Urban Center in modo coordinato, quindi è urgente farlo ora.

Secondo noi è necessario velocizzare i processi di costituzione dell’Urban Center per riprendere il percorso partecipativo con i cittadini interessati, garantendo in tal modo l’informazione preliminare sulle decisioni da prendere e, assicurando la successiva fase di partecipazione delle scelte in atto alla Comunità Tarantina corroborando di azioni concrete la puntuale fase comunicativa che avviene costantemente.