Riapertura asili nido Matera, il plauso dell’Alleanza delle cooperative

CronacaDiritti & LavoroFormazione, Scuola & Università

MATERA  – Riapertura asili nido Matera, l’Alleanza delle cooperative plaude: “Estendere la misura a tutta la regione e ai centri estivi”
L’Alleanza delle cooperative italiane Basilicata plaude all’iniziativa dell’assessore regionale alla Salute Rocco Leone che, attraverso il monitoraggio sistematico del personale scolastico e degli insegnanti sottoposti a tampone ogni sette-dieci giorni, ha consentito, insieme all’implementazione del distanziamento e delle altre disposizioni di sicurezza, l’apertura dei due asili nido comunali in via Gramsci e in via Bramante a Matera, gestiti rispettivamente dal Consorzio di cooperative Città essenziale e dalla cooperativa sociale Nuova civiltà.
Il monitoraggio costante degli educatori e del personale, ovvero dei soggetti sentinella, consente di prevenire il rischio di contagio e di trasmettere relativa tranquillità agli operatori, ai bambini e ai genitori. “Auspichiamo adesso la pronta estensione della misura all’intero territorio regionale – sottolinea l’Alleanza delle cooperative –  per consentire l’apertura in sicurezza di tutti gli asili nido lucani, dei centri estivi e di tutte le altre attività ludiche ed educative connesse, in attesa della ripresa a settembre della riprogrammazione della regolare attività scolastica”.
“Quello della riapertura dei nidi, dei centri estivi e delle altre attività connesse, con protocolli di sicurezza chiari e applicabili che permettano il massimo della protezione possibile, è un passaggio prioritario per il ritorno alla ‘nuova’ normalità che sin qui non ha goduto della giusta considerazione”, conclude l’Alleanza delle cooperative Basilicata. “Oltre alla necessità di mantenere i livelli occupazionali delle tante e preziose professionalità coinvolte, la riattivazione di questi servizi risponde al diritto alla socialità e al gioco dei più piccoli, già provati da mesi di isolamento che incidono sulle loro condizioni psicofisiche, e alle esigenze delle famiglie, costrette, in particolare quelle che versano in condizioni di maggiore difficoltà economica, a enormi sacrifici per sopperire alla loro assenza”.


Giancarlo Riviezzi
ufficio stampa Alleanza delle cooperative Basilicata