Aiutiamo le giovani mamme!

Cronaca

Egr. Direttore,

per le giovani mamme, decidere di avere un figlio in questo periodo di crisi economica e della pandemia è paradossalmente più complicato del passato.

Si rischia anche di perdere il posto di lavoro per chi ce la, o quantomeno di mandare in fumo la propria carriera professionale.

Si devono fare anche i conti con la mancanza di aiuti economici da parte delle istituzioni e di quelle persone, nonne, sorelle, vicine di casa di cui ci si poteva fidare e che una volta aiutavano nei primi anni della crescita di un bambino fino ai tre anni e anche oltre in modo particolare al sud.

Questa delicata esperienza manca alle mamme del tempo presente in modo particolare chi vive nelle città metropolitane e lontane dal paese natio e dai propri familiari.

Si devono anche fronteggiare le carenze degli asili nido e il loro costo eccessivo, la mancanza di sostegni  concreti alla maternità. Insomma, diventare mamma è un esperienza che spesso, si vive in solitudine e con estrema fatica. Ecco perché non ci sono più nascite in Italia.

Cari  governanti nazionali, regionali e comunali aiutiamo le giovani mamme e ricordiamoci che le famiglie sono il futuro del nostro paese. Non abbandoniamole!

Cav. Antonio Guarnieri