Regionali, Pagano (pd): Meloni ignorante e bugiarda. Accusa Emiliano per nascondere i disastri dei suoi presidenti

Politica regionale, nazionale e internazionale

ROMA –  “È già partita la macchina del fango sovranista contro Michele Emiliano e ci fa capire il piano su cui la destra vorrà giocarsi la campagna elettorale per le regionali: quello delle bugie senza ritegno e del ribaltamento della verità, come al solito. Parlare di ‘gestione fallimentare’ del Covid-19 da parte dell’amministrazione Emiliano è il chiaro esempio di come certi personaggetti come Giorgia Meloni riescono a negare anche l’evidenza più conclamata.”

Così Ubaldo Pagano, deputato e segretario del Partito Democratico della Città Metropolitana di Bari.

“La Puglia non è stata la regione a fare meno tamponi, né quella con il tasso di mortalità più alto. Tutto al contrario: i record negativi di tamponi e mortalità spettano proprio a due regioni governate dalla destra, ossia rispettivamente Sicilia e Abruzzo, dove quest’ultima è addirittura presieduta da un esponente del partito di Giorgia Meloni.”

“Alla Meloni, che non perde occasione per rendersi ridicola agli occhi di chiunque sia dotato di un barlume di onestà intellettuale, ricordiamo che grazie all’instancabile impegno del Presidente Emiliano, in Puglia si è evitata una catastrofe. Proprio alla vigilia del lockdown, solo grazie all’ordinanza di Emiliano si riuscì a monitorare gli oltre 35mila pugliesi (di cui 200 positivi) tornati a casa in massa dalle regioni più colpite e a scongiurare centinaia di focolai sul territorio regionale. La validità di quell’azione, tempestiva ed efficace, è stata pienamente confermata dai fatti, tanto da essere replicata in tutte le altre regioni, e non dalle parole vuote e infamanti che di solito la Meloni e i suoi usano per attaccare gli avversari politici.”

“Qui non siamo di fronte alla normale dialettica tra forze politiche diverse. Qui – conclude Pagano – siamo in presenza della solita strategia: diffondere fake news e ingannare i cittadini. Per fortuna i pugliesi sono un popolo di persone serie che riconoscono al Presidente Emiliano tutto il sudore e le notti insonni per contrastare la pandemia.

Come, al contrario, hanno buona memoria e ricordano tutti i disastri – uno per uno – lasciati da Raffaele Fitto. Un candidato in bianco e nero.”