Scuola elementare Battisti finalmente senza barriere architettoniche

Diritti & Lavoro

MOLFETTA – I lavori si sono conclusi alcune settimane fa. Tanto che, quando i bimbi della scuola elementare “Cesare Battisti” avranno la possibilità di tornare a scuola la troveranno diversa. Più bella. Intanto è stato montato un ascensore ampio e luminoso. Poi è stata realizzata, all’esterno, una rampa per consentire anche a chi ha problemi di deambulazione o è costretto sulla sedia a rotelle di poter accedere all’istituto senza alcun problema. Non solo. Interventi sono stati effettuati anche nei bagni e in tutti i luoghi dove i dislivelli presenti potevano rappresentare un impedimento oltre che un pericolo.

Tutti gli interventi sono stati finanziati con contributi straordinari per l’abbattimento delle barriere architettoniche e la messa in sicurezza degli edifici che ospitano le scuole sulla base di un progetto redatto dall’architetto Lazzaro Pappagallo, dall’ingegnere Luca Lucanie e dal geometra Damiano Binetti.

«La riqualificazione degli istituti scolastici della città è sempre stato al centro della nostra azione amministrativa – sottolinea il sindaco Tommaso Minervini – oltre all’abbattimento delle barriere architettoniche alla scuola Cesare Battisti, interventi stanno interessando e, le scuole Savio, Giaquinto, Don Cosmo Azzollini, papa Giovanni XXIII, Pascoli, Salvemini Manzoni, Filippetto, San Pio X, Cozzoli, Zagami, San Giovanni Bosco. I nostri ragazzi, gli adulti di domani, devono poter studiare in spazi idonei e sicuri. Questo per avere una Molfetta più a misura delle persone».