Il governo fa passerella in villa ma senza costrutto

Politica regionale, nazionale e internazionale

Editoriale

Sergio Incerrano

Positivo il fatto di allungare la cassa integrazione di 4 settimane ancora, negativo il fatto, che 650.000 lavoratori, non vedono una lira da febbraio.

Intanto sembra pleonastico che uno stato abbia bisogno di fare la questua in fretta per poter pagare stipendi, pensioni e cassa-integrazioni. In effetti le date dei pagamenti imu e tasi, sono in vista… Nessuno sconto per aziende e famiglie, solo concessione di un piccolo slittamento di date, è intanto si parla e si progetta e ci si costerna, ma di fatto nulla di fatto; e dire che basterebbe una moneta di emergenza per risanare tante situazioni fallimentari appunto di famiglie e imprese. E intanto il governo trema per la seconda volta…. Prima Renzi di Prima L’Italia e adesso Di Battista, flangia oltransista del 5 stelle,  può ricattare la stabilità di governo, lanciando strali ai fianchi già indeboliti dalle problematiche recenti. C’è da rilevare che la nostra repubblica democratica, avrebbe bisogno di rifare il trucco quantomeno…. Si dovrebbe poter evitare che il paese venga regolarmente consegnato dalle situazioni intrecciate, a chi di fatto NON é mai stato eletto…. Si dovrebbe poter evitare che chi, Con Quattro voti, prima a destra, poi a sinistra possa fare da bilancia e ricattare la maggioranza…. Questo meccanismo ci riporta ai tempi del partito Radicale che minacciava la maggioranza e l’opposizione buttandosi ora di qua ora di là, potendo di fatto, controllare le sorti della maggioranza o minacciando la caduta del governo di allora con un pugno di voti. Noi pensiamo che il nostro asset politico, avrebbe bisogno di un maquillage completo nei settori di asset governativo, oltre a tutto il resto. Avremmo bisogno di un governo forte, moderno democratico, garantista, e vicino alla gente, é alle sue esigenze, con una serie di centri d’ascolto per ascoltare e risolvere, i problemi di tutti gli amministrati, sia che siano famiglie, operai, giovani imprenditori, o professionisti o anche solo pensionati. Gli italiani, sappiamo inventare termini sempre nuovi fatti di paroloni come STATI GENERALI, MA non sappiamo polverizzare quella montagna inesauribile di burocrazie che attanagliano tutti i settori e praticando spesso autogoal agli stessi organi di governo e istituzioni stesse, oltre che aziende e famiglie.

Noi auspichiamo da tempo, un presidenzialismo col presidente eletto dal suo popolo, che possa dedicarsi completamente , al benessere della sua nazione.

Sergio Incerrano.