Scoprire Cleopatra ascoltando Alberto Angela 

Arte, Cultura & Società

Arriva sulla piattaforma di podcast e audiolibri Audible il bestseller dedicato alla regina d’Egitto, personaggio moderno e rivoluzionario

© ADRIAN DENNIS / AFP – Una statua di Cleopatra al British Museum di Londra

Dall’8 giugno sulla piattaforma Audible, la più importante riguardante il mondo degli audiolibri in Italia, sarà disponibile il podcast “Cleopatra Donna e Regina” a cura di Alberto Angela.

Il contenuto audio è uno spin-off dell’omonimo libro a firma dello stesso Angela, su uno dei personaggi più affascinanti e controversi della storia dell’umanità. “Cleopatra ti sorprende, ti spiazza, un’abilissima stratega di politica internazionale, con colpi di teatro che solo Lady Gaga riuscirebbe a fare. – spiega il paleontologo, giornalista e scrittore italiano – Non era egizia ma era greca, infatti il nome Cleopatra vuol dire “gloria del padre” in greco”. Nessu

n dubbio riguardo l’importanza della figura di Cleopatra nella storia dell’umanità, Angela la sintetizza in breve chiedendosi “come sarebbe stato il mondo? Cosa mangeremmo ogni giorno, se Cleopatra e Marco Antonio avessero sconfitto Ottaviano nella battaglia di Azio?”.

Ma soprattutto, Alberto Angela, impegnato come il padre Piero sul fronte della divulgazione scientifica in tv, ci tiene a specificare l’aspetto fondamentale del personaggio di Cleopatra:  il fatto che fosse una donna.

Una donna i cui luoghi comuni conosciamo ormai bene, ma che Angela nel libro spiega come in realtà non fossero poi così veritieri, a partire proprio dall’aspetto fisico, che non è esattamente quello descritto per secoli e giunto poi a noi.

È molto complesso ricostruire le fattezze di Cleopatra, ma si sa per certo ormai che non fosse questo personaggio dedito ad utilizzare il suo fascino a scopi politici che ci hanno voluto far credere.

Pare che questa descrizione fosse stata messa in giro dai romani e il perché è piuttosto chiaro: “ne avevano paura – prosegue nella spiegazione Angela – perché donna colta, mamma, sovrana, una donna completa. Hanno voluto darne quell’immagine, ma in realtà era molto altro. Quando metti una donna così moderna a capo di una civiltà così antica lei la rivoluziona”.

Durante la conferenza stampa di presentazione, avvenuta online sul sito di Audibile, c’è stata anche occasione per il confronto con Christian Greco, direttore del Museo Egizio di Torino, che ha ricordato il “momento difficile”. “Abbiamo bisogno di dire a tutti che ci siamo e che è sicuro visitare il nostro museo. Quello che fanno Piero e Alberto Angela è un servizio fondamentale per questo Paese”.

Un servizio che al solo Alberto negli anni è valso una Laurea honoris causa in Comunicazione del patrimonio culturale dall’Università di Palermo, una in Archeologia dall’Università degli Studi “Suor Orsola Benincasa”, una in  Filosofia dall’Università degli Studi del Piemonte Orientale, un Premio Flaiano, il prestigioso premio internazionale “Portico d’oro-Jacques Le Goff”, il Premio America della Fondazione Italia USA, la cittadinanza onoraria del comune di Napoli, del comune di Pompei e di quello di Aquileia. Inoltre gli è stato dedicato un asteroide, battezzato 80652 Albertoangela, e una rarissima specie marina Prunum albertoangelai abitante i mari della Colombia.

Grande soddisfazione anche da Audible, rappresentata dal Country Manager Marco Azzani, che ha definito Angela “Il più grande divulgatore che c’è in Italia”. “Per me è un territorio nuovo, – racconta Alberto Angela – è stata un’esperienza molto intima, un po’ complicato perché davanti non avevo un pubblico o una telecamera, ma è stato molto bello”