Maruggio, minacce al sindaco Alfredo Longo

Cronaca

Davanti l’abitazione del Sindaco del Comune di Maruggio (Ta), Alfredo Longo, è stato ritrovato un pacco contenente all’interno una carica esplosiva.

“La vile minaccia subita dal Sindaco Longo è solo l’ennesima violenza psicologica contro un amministratore locale pugliese – dichiara Pierpaolo d’Arienzo, Sindaco di Monte Sant’Angelo e Coordinatore regionale di Avviso Pubblico – Come denunciamo da quasi dieci anni come Avviso Pubblico, attraverso l’annuale Rapporto Amministratori sotto tiro, di cui la prossima edizione verrà presentata il 22 maggio alle ore 12, in una videoconferenza in diretta sulla pagina Facebook e il canale YouTube dell’associazione, alla presenza del ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, gli atti intimidatori registrati in Puglia negli ultimi anni fanno emergere una situazione allarmante. Per questo, nell’esprimere la nostra vicinanza e solidarietà al Sindaco Longo e a tutta la sua amministrazione, sentiamo il bisogno di chiedere ancora una volta una maggiore presenza dello Stato al fianco degli amministratori minacciati. Non possiamo lasciarli soli, perché quando minacciano e intimidiscono un Sindaco, non si colpisce soltanto una singola persona, ma un’intera comunità, la civile convivenza, la democrazia.”

“I primi cittadini sono il punto di riferimento della democrazia nei territori ed hanno la grande responsabilità di tutelare e salvaguardare le comunità, affinché siano garantite le regole del vivere civile. Quando però essi diventano vittime di atti vili, di minacce e intimidazioni, sono quelle stesse regole ad essere messe in pericolo”, ha continuato il Coordinatore Provinciale di Avviso Pubblico, Armando Grassi, assessore del Comune di Statte “All’amico Alfredo va tutto il nostro sostegno. L’invito è di non perdere mai l’entusiasmo, la passione e la tenacia con cui ha caratterizzato il suo percorso politico-amministrativo in questi anni”.

Avviso Pubblico nell’esprimere solidarietà e vicinanza al Sindaco di Maruggio Alfredo Longo, a tutta l’Amministrazione comunale e alla cittadinanza, auspica che venga fatta luce il prima possibile su quanto accaduto e che gli autori di questo vile gesto siano assicurati alla