A Bari il primo Corso di Alta Formazione per Innovation Broker

Diritti & Lavoro

Venerdì 12 giugno alle 14.30 si terrà – online – l’inaugurazione del Corso di Alta formazione per Innovation Broker, promosso dal Centro d’Eccellenza per l’Innovazione e la Creatività dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro in collaborazione con il CIHEAM Bari (Centre International de Hautes Etudes Agronomiques Méditerranéennes). 

Apriranno i lavori il Rettore Stefano Bronzini e il Direttore del CIHEAM Bari, Maurizio Raeli. Ospite di rilievo della giornata sarà Pacôme Elouna Eyenga della Commissione Europea, la cui presenza è particolarmente significativa poiché è proprio nell’ambito del Partenariato Europeo per l’Innovazione Agricola (EIP – AGRI) che nasce la figura dell’innovation broker.

Il Corso è finalizzato alla formazione di una nuova figura professionale che sta assumendo sempre maggiore rilievo nell’ambito delle politiche europee 2014-20 e post 2020, nelle misure volte a sviluppare la cooperazione tra imprese e sistema della conoscenza. Più in generale, nello scenario nazionale ed europeo, si stanno delineando due nuove figure professionali a supporto dei processi di trasferimento tecnologico e valorizzazione dei risultati della ricerca, ovvero, quelle dell’innovation broker e dell’innovation manager. L’Innovation broker è una figura specialistica cardine nel facilitare la cooperazione per l’innovazione tra imprese e organismi di ricerca, secondo l’approccio dell’European Innovation Partnership (EIP), direttamente coinvolto nel percorso di formazione.

Il Corso, che sarà erogato sulla piattaforma Zoom, rientra nella attività previste dal Progetto FILA – Strengthening and empowering of cross border innovation networks through Fertilization Innovation Labs in Agro-food for improving the connection between research and SMEs (EIP approach), finanziato dal programma INTERREG IPA CBC Italy – Albania – Montenegro e coordinato dal CIHEAM Bari. FILA, in particolare, mira a creare un ecosistema dell’innovazione transfrontaliero per rafforzare il legame tra imprese e ricerca, allo scopo di facilitare il livello di innovazione delle piccole imprese del settore agroalimentare.

La partecipazione al corso, che si terrà dal 12 giugno al 10 luglio 2020, è gratuita.

L’attività formativa sarà curata da esperti del CIHEAM Bari, docenti delle Università di Bari, Bologna, Torino e Brescia, referenti di Enti regionali e nazionali (Ministero dello Sviluppo Economico, Invitalia, CREA, Puglia Sviluppo e Comune di Bari) e venture capital.