Nel nome del  padre, del figlio e dello spirito santo

Cultura & Società

(commento al Vangelo della domenica della SS.ma Trinità)

Le celebrazioni eucaristiche non terminano quando il sacerdote lascia l’altare, ma, soprattutto la domenica sera, quando l’assemblea è più numerosa e si arricchisce anche di alcune figure maschili, i discorsi teologici proseguono tra i banchi, tra la gente. Qui, mentre ad una ad una si spengono le luci principali della chiesa e l’atmosfera si fa solenne intorno alla sola lampada del tabernacolo, ecco due figure semplici, due coniugi, vestiti in abito di festa, gli occhi rivolti al Crocifisso, sembrano incuranti del vociare delle altre comari che man mano si allontana sempre più dal sagrato, lasciando la casa di Dio avvolta nel silenzio.

Mi soffermo incuriosita. Sono presi dai discorsi. Che tenerezza la loro fede!

– Cuncé! Io nun aggj capito bún….ma qual’è il vero Dio, il Padre, il Figlio o lo Spirito Santo?

– Talí….allor tu nun hai sentit proprj, chell ch’a ditt don Angelo? … Tutt’e tre sono Dio!

– Sì, ma io volevo sapere chi comanda di più… Debbo fare una preghiera importante assai oggi, debbo chiedere di mettere fine, una volta per tutte, a questa pandemia. Basta co stu virus, coi muorti ogni giorno, coi contaggi, co la gente che nun può lavorà! … Voglio chiedere di riavere il mondo di prima, e voglio chiederlo direttamente a ‘o principale, senza intermediari!

– Talí, allor tu nun hai capít angor! Nun c’è ‘o principale e ‘o secondario. Tutt’ e tre sono Dio, un unico Dio!

– Nu Dio co tre teste?

– No! Nu Dio che SI FA in TRE PER GLI UOMINI. Il Padre ci ha creati e poi ci ha affidato il mondo, cò tutte le sue bellezze perché lo custodissimo con rispetto, ma noi l’abbiamo distrutto, inquinato, rovinato. Allora, ci ha mandato il Figlio, venuto apposta pé noi, a morire in croce, e ci ha chiesto in cambio solo di amarci l’un l’altro, ma noi neanche a Lui abbiamo ascoltato e abbiamo fatto le guerre. Ma non basta ancora! Dio tiene la capa tosta…e non si è arreso! Ci ha fatto dono dello Spirito Santo, luce di Pace e fuoco di Giustizia, perché col Suo spirito vivessimo ogni giorno, crescendo in Sapienza ed intelletto, ma noi manco di questo siamo capaci perché ci siamo differenziati… certi a vivere nel lusso sfrenato ed altri in povertà. Hai capito mo? La Trinità è Amore.

– Cuncé, ma è assurdo! Perché Dio ci vuole accussí bene?

– È certo che è assurdo! Ma è proprio perché è assurdo che è vero! Lui è il Dio dell’impossibile!  Tu lo pensavi possibile che saremmo riusciti a sorridere, ad abbracciarci, a salutarci, solo co gli occhi? Perché tanto a’ bocca è coperta, e’ braccia, a’ voce, nun servono…basta il cuore.

– Mo aggj capito, Cuncetta mia…aggj capito che Dio non ha solo amato il mondo…”Dio, ha TANTO amato il mondo” ❤️ (Gv 3, 16)

Marianna Giuliano

Foto: Raffaella Ippolito