“Chi viene in Puglia deve autosegnalarsi”, avverte Emiliano

Diritti & Lavoro

Le persone dovranno dichiarare il luogo di provenienza ed il comune in cui soggiornano, conservare per un periodo di trenta giorni l’elenco dei luoghi visitati e delle persone incontrate durante il soggiorno

© Agf – Michele Emiliano

Da oggi tutte le persone che si spostano, si trasferiscono o fanno ingresso, in Puglia, da altre regioni o dall’estero, con mezzi di trasporto pubblici o privati devono segnalare lo spostamento, il trasferimento o l’ingresso compilando il modello di auto-segnalazione disponibile sul sito istituzionale della Regione Puglia. Lo dispone l’ordinanza n.245 emanata ieri sera dal presidente, Michele Emiliano.

Le persone dovranno dichiarare il luogo di provenienza ed il comune in cui soggiornano, conservare per un periodo di trenta giorni l’elenco dei luoghi visitati e delle persone incontrate durante il soggiorno. In pieno spirito di collaborazione, è consigliato di scaricare l’app “Immuni”. E’ esclusa l’applicabilita’ della nuova ordinanza agli spostamenti per esigenze lavorative, per motivi di salute, per ragioni di assoluta urgenza, nonché al transito e trasporto merci e a tutta la filiera produttiva da e per la Puglia.