Assumersi le proprie responsabilità!!

Diritti & Lavoro

LETTERE AL DIRETTORE

Egr Direttore,

il vero, problema drammatico che assilla la nostra collettività non è parlare o straparlare di questo e di quello lasciando poi che le cose continuino ad andare alla deriva, bensì quello che pochi o nessuno oggi ha il coraggio di assumersi è la responsabilità di una  decisione,il peso morale e sociale di stabilire cosa bisogna fare e poi, naturalmente,farlo. In questi ultimi anni, per esempio, abbiamo visto politici nazionali, regionali e comunali , ma anche dirigenti di amministrazioni pubbliche e della magistratura, che non hanno ottemperato alle direttive del proprio dovere, delle Leggi dello Stato o della nostra Costituzione.

Ma se chi  deve decidere in forza del ruolo istituzionale che riveste evita di farlo,allora nessuno è più sicuro di niente e ciascuno potrebbe essere indotto a fare come più gli aggrada di fare.  La legge,cari amici, deve valere per tutti. Perché libertà significa non essere soggetti a restrizioni o violenze da parte di altri,il che non può essere dove non c’è legge. Negli ultimi decenni il desiderio di libertà ha assunto nuove ed impensabili proporzioni. Sono sorti movimenti sociali, economici, politici e religiosi che hanno indicato come obiettivo una liberazione: dall’autorità del governo,della scuola e dalla Chiesa.

Si tenta sempre più a fare ciò che è nel nostro interesse,ignorando l’etica che invece dovrebbe  fornire le ragioni per fare ciò che è giusto. Naturalmente bisogna sapere quello che è giusto! Questo dovrebbe rappresentare l’obiettivo per  la nostra “Patria”, ridurre gli interessi personali per migliorare le condizioni sociali e/o economiche del nostro Paese, mantendo ben saldi i principi etico/morali.

Cav.Antonio Guarnieri