Pdl Fondo Unioni Comuni, avviata discussione in prima Ccp

Politica regionale, nazionale e internazionale

Il presidente Cariello, raccogliendo la proposta di Cifarelli di esaminare insieme altre pdl sullo stesso tema, annuncia un’altra seduta da dedicare all’argomento. Ad inizio dei lavori presa d’atto di due atti amministrativi

POTENZA – Avviata in prima Commissione  consiliare (Affari istituzionali), presieduta da Pasquale Cariello (Lega), riunitasi nel pomeriggio di oggi, la discussione sulla pdl di iniziativa dei consiglieri Vincenzo Acito, Gerardo Bellettieri, Francesco Piro (FI) e Pasquale Cariello (Lega) che modifica l’art. 10 della L.R. 23/2018 “F.U.A.L. e Fondo per le Unioni e le fusioni dei Comuni”.

“Un argomento quello affrontato dalla pdl che – ha affermato il presidente Cariello – ha visto la prima Commissione consiliare, nei mesi precedenti l’emergenza da coronavirus, impegnata in diverse audizioni dei Sindaci di vari Comuni lucani”. Prima che la proposta di legge venisse illustrata dal primo firmatario, il consigliere Acito, il consigliere Cifarelli, facendo riferimento alla presenza di altre proposte di legge  sullo stesso argomento, ha avanzato la richiesta di prevedere un’unica presentazione, con l’obiettivo, se possibile, di fare sintesi. Suggerimento ampiamente condiviso dagli altri componenti e accolto dal presidente Cariello.

“La proposta di legge – ha sottolineato Acito –  si focalizza su alcuni aspetti con l’intento di superare le criticità che sono state affrontate in questi ultimmi tempi dalle Unioni dei Comuni, difficoltà che sono sotto gli occhi di tutti. Una pdl che non vuole assolutamente essere concepita come uno strumento che fissa paletti rigidi ma, al contrario, un atto di indirizzo per le amministrazioni, che lascia a loro la piena possibilità di inserire delle loro proposte e cogliere opportunità. Il cuore della proposta prevede forme di premialità per le Unioni che avranno associato almeno due delle seguenti funzioni: gestione tributi ed entrate; gestione autonoma di un ufficio tecnico per implementare maggiore capacità progettuale anche finalizzata alla progettazione comunitaria; forme di sperimentazione in ambito scolastico con aule condivise con rete per lezioni a distanza con tutor. Obiettivi, quelli fissati nella pdl, che – ha precisato Acito – nascono dalle riflessioni e dalle preoccupazioni dei sindaci venuti in audizione in Commissione”.

Dopo l’illustrazione del consigliere Acito sono intervenuti i consiglieri Zullino e Braia, entrambi per sottolineare il processo culturale che ispira la proposta, le interessanti occasioni di sviluppo che possono essere colte dalle Unioni dei Comuni e richiamando l’attenzione sul delicato punto legato al tema dell’istruzione.

Prima della pdl, presa d’atto della Commissione di due atti amministrativi: “Approvazione del documento tecnico di accompagnamento al Bilancio di previsione per il triennio 2020-2022” e “Approvazione del bilancio finanziario gestionale per il triennio 2020-2022”.

Ai lavori della Commissione hanno partecipato, oltre al presidente Cariello, i consiglieri Baldassarre (Idea), Acito e Bellettieri (FI), Cifarelli (Pd), Leggieri (M5S), Braia (Italia Viva), Quarto (Basilicata positiva), e Zullino (Lega).

Potenza, 6 maggio 2020