Iniziativa Bardi-Acquedotto lucano, il plauso del Gruppo FI

Cronaca

Per i consiglieri Piro, Bellettieri e Acito “Un’attenzione concreta quella del Presidente Bardi per alleggerire il carico di difficoltà economiche che i lucani sono chiamati ad affrontare causa emergenza coronavirus”

Il gruppo consiliare di Forza Italia in seno al Consiglio regionale della Basilicata esprime compiacimento e apprezzamento per le iniziative poste in essere da Acquedotto Lucano Spa dopo l’imput del  Governatore Vito Bardi in merito alle misure eccezionali per alleggerire il carico di difficoltà economiche che i lucani sono chiamati ad affrontare causa emergenza coronavirus.

“Prendiamo atto di quanto d’intesa stabilito – sostengono i consiglieri Piro, Bellettieri e Acito – per provvedimenti e misure adottate in piena emergenza, con la possibilità di richiedere piani di rateizzazione specifici e senza l’applicazione degli interessi di mora, per i cittadini che non potranno rispettare le scadenze per il pagamento delle bollette. Acquedotto lucano sta continuando a mantenere in atto tutte le azioni previste per contrastare la diffusione del virus Covid-19, assicurando la continuità dei servizi operativi indispensabili e non rimandabili, svolgendo un ruolo di garanzia e supporto verso tutta la comunità,  a conferma dell’importanza di garantire il controllo e la gestione pubblici del servizio idrico.

“Continua l’attenzione concreta da parte del nostro presidente Bardi – sottolineano i consiglieri – con azioni sempre concrete e forti, e condividiamo pienamente le riflessioni sull’importanza della tutela dell’ ‘oro azzurro’. Evitare le dispersioni dovute oltre che all’estensione della rete idrica e al numero di allacci, anche alle rotture nelle condotte, all’obsolescenza delle reti, ai consumi non autorizzati, ai prelievi abusivi e agli errori di misura dei contatori. Confidiamo in una collaborazione sempre più proficua tra regione e Acquedotto lucano, nel segno di un miglioramento continuo dei servizi erogati e di una vicinanza concreta ai cittadini lucani”.

Potenza, 5 maggio 2020