Ci vuole un’ Europa unita!?!

Cronaca

LETTERE AL DIRETTORE

Egr. Direttore,

certo, i detrattori dell’integrazione- gli “ Euroscettici”- sollevano sempre dubbi sull’efficacia dell’Unione Europea.

È la vecchia visione di chi considera l’ Unione come “ qualcosa d’altro” rispetto al proprio paese; come se l’Europa possa ancora essere relegata nel campo solo della “ Politica Straniera”.

In realtà non è più così.

L’Italia da più di mezzo secolo fa parte di una “grande famiglia” in cui sono andati progressivamente affermandosi i processi di coordinamento e di cooperazione economica e politica. Oggi il Governo Europeo deve salvaguardare tutte le nazioni che ne fanno parte avendo come bussola quattro principi fondamentali, quello della solidarietà, della fratellanza, della sussidiarietà e della sicurezza.

Dell’Unione Europea oggi non si può fare a meno. Né l’Italia né  alcun altro paese membro, può permettersi di agire in proprio, atteso che bisogna confrontarsi con Grandi Stati del nostro pianeta parliamo: dell’ America, dell’ Asia, fulcri su cui ruota l’economia mondiale.

Alle grandi sfide economiche, demografiche, ambientali, terroristiche, riguardanti l’ordine e la sicurezza di tutti i popoli Europei, occorre rispondere solo percorrendo la strada insieme, non trascurando le varie insidie e difficoltà che rappresentano ostacoli difficili , quasi impossibili se risolti singolarmente. In Europa ci vuole più accoglienza, amicizia, rispetto, lealtà, fiducia, sincerità,onestà, coraggio competizione, dono,…il tutto, nello spirito di una grande famiglia, tipico di un’unità di Stati che si sforzano di crescere e confrontarsi ogni giorno sui problemi dell’Europa e del mondo! Pensiamoci!

 

Cav. Antonio Guarnieri