Feditalimprese: “rischio default per le Aziende con contratti a noleggio lungo termine “

Diritti & Lavoro

A quasi due mesi dal primo provvedimento di chiusura adottato dal Governo e a seguire del “tutti a casa” tra le varie sospensive per mutui e prestiti pronunciate ed adottate nei vari DPCM, riteniamo sia fondamentale evidenziare come sia stata per nulla considerata la sospensione delle rate per tutte le tipologie di contratto a noleggio lungo termine. 

“Questa falla afferma Antonio Ponzetta segretario regionale di Feditalimprese Puglia, coinvolge migliaia di attività che in questo drammatico momento sono obbligate a pagare rate per beni e automezzi non utilizzati senza alcuna tutela e sospensiva. Facciamo presente che le attività commerciali e produttive  sono praticamente paralizzate, “CHIUSE”, senza alcuna responsabilità o colpa sin dalla fine del mese di febbraio 2020, con l’azzeramento di qualsiasi tipo di fatturato e nonostante l’impegno e lo sforzo profuso, oggi c’è l’enorme rischio di non poter più riaprire non potendo rispettare gli impegni contrattuali assunti. Vi è inoltre la “furbata” da parte di alcune grandi compagnie di accogliere, da una parte la sospensione delle rate, ma dall’altra obbligare le Aziende che sottoscrivono l’istanza di sospensione,  a restituire l’intero importo sospeso dei sei mesi precedenti entro la prima rata utile dopo il 30 settembre oltre ovviamente la rata del mese corrente…… ASSURDO!!! “. 

Chiediamo alle grandi compagnie di noleggio e leasing  senso di responsabilità accettando la sospensione dell’obbligo di pagare le rate relative ai contratti assunti, a decorrere da quella del mese di aprile 2020. 

Inoltre, date le circostanze, venendo meno l’oggetto del contratto stipulato, crediamo si possa palesare anche la possibilità di richiedere l’estinzione anticipata del contratto a causa dell’eccessiva onerosità  sopravvenuta (da verificare) non imputabile alle Aziende.

Crediamo sia necessario intervenire con urgenza prima che sia troppo tardi. Chiediamo al Governo di intervenire URGENTEMENTE al fine di evitare la chiusura di tantissime aziende e la perdita di posti di lavoro.

Antonio Ponzetta

Segreteria Regionale 

FEDITALIMPRESE PUGLIA