Noi per gli altri

Diritti & Lavoro

La crisi socio/sanitaria resta una realtà nazionale. E’ impossibile fare finta di nulla; anche perché, in pochi mesi, questa Pandemia ha ridimensionato il nostro modo d’essere e, presto, anche il nostro tenore di vita. Ci riferiamo, nello specifico, alla crisi di liquidità correlata a oltre due mesi di blocco delle attività produttive e commerciali Ed a chi non riprenderà il sentiero della”produttività”.

 Gli italiani, pur se rispettosi delle limitazioni alla libertà personale (non era mai capitato nella storia della Repubblica), sono preoccupati per come si evolverà l’imminente “fase 2” correlata alla ripresa produttiva parziale del Paese. I sacrifici si sopportano molto meno se già s’ipotizzano i loro effetti.

In definitiva, per costruire un futuro meno incerto mancano quelle promesse generali strettamente correlate a decisioni “stellate”. Il Covid-19 ha provocato una pandemia che non risparmia nessuno. Le necessità per quest’Umanità ci sono e non ci siamo dimenticati dei problemi che, per chi già li ha, sono sempre grandi. Ora c’è da verificare lo spirito di collaborazione internazionale per salvare, almeno, parte del programma che era stato intrapreso.

Di conseguenza, intendiamo dare voce a chi vuole essere ascoltato; non mancheremo d’evidenziare quelle realtà che i politici hanno minimizzato. Siamo al servizio, da sessant’anni, degli italiani e non solo di quelli in Patria.

 Proprio perché non abbiamo mai osannato nessuno, siamo forniti di pochi mezzi da porre in campo. Però faremo del nostro meglio per offrire spunti operativi.

Per il futuro ci impegneremo a migliorare i nostri servizi; in accordo col nostro Direttore Responsabile Dott. Antonio Peragine che c’è stato vicino con progetti, idee e suggerimenti. Per questo, siamo pronti ad accogliere i consigli e le proposte di chi intende fornirne.  “Noi per gli Altri” sarà il nostro spazio operativo già dal mese prossimo.

Giorgio Brignola

redazione@corrierepl.it