Messaggio per il primo maggio del Sindaco di San Severo

Cronaca

Carissime Concittadine e Carissimi Concittadini,

il Primo Maggio, Festa dei Lavoratori, è una festa che unisce tutti, al di là di ogni appartenenza politica. La grave emergenza sanitaria che stiamo vivendo non può – e non deve- farci dimenticare le lotte per diritti dei lavoratori e i traguardi raggiunti dagli stessi in campo economico e sociale.

Oltremodo doverosi sono i sentimenti di gratitudine che, a nome della Città, desidero significare a quei Lavoratori che hanno lottato e continuano a lottare, in prima linea, in questa guerra contro un nemico invisibile, che continua ancora a provocare lutti e che sta mettendo a dura prova l’economia del nostro Paese.

Sono innegabili le difficoltà della riapertura dei cantieri, delle officine e delle imprese, dopo un lungo periodo di chiusura, così come sono comprensibili le ansie e le preoccupazioni di quanti, a causa della pandemia di Covid-19, vedono a rischio il posto di lavoro.

L’economia della nostra Città non è certamente fra le più felici e risente, ancor di più, quanto sta accadendo a livello mondiale e nazionale.

Tuttavia, non dobbiamo perdere la speranza, certi come siamo che è nei momenti più bui che il Popolo Italiano ha saputo dare il meglio di se stesso, traendo forza dai propri valori e dalle proprie indiscutibili capacità.

Per quanto mi riguarda, pur nella pochezza dei mezzi a disposizione dei Comuni, posso assicu-rarVi che io sono, e sarò, sempre con Voi, compiendo fino in fondo il mio dovere di Primo Cittadino; continuerò a lottare affinché potremo risollevarci tutti insieme, senza lasciare solo nessuno, grazie a quella laboriosità che rappresenta il miglior retaggio di quanti ci hanno preceduto e che ci fa essere legittimamente orgogliosi di essere Italiani che vivono e lavorano in una bella Città di nome San Severo.

Il Sindaco

Avv. Francesco Miglio