F1 virtuale, anche Buffon in pista?

Sport & Motori

La Formula 1 ‘conquista’ anche Gianluigi Buffon. Anche il portiere della Juventus si prepara all’esordio? L’indizio social dell’estremo difensore. Anche Buffon si prepara per la La Formula 1 virtuale? La competizione sta conquistando appassionati sia tra gli spettatori che tra i piloti. Con il mondo dello sport fermo a causa del coronavirus diverse stelle del calcio si stanno avvicinando alla competizione. Uno su tutti Ciro Immobile, che ha fatto anche il suo debutto ufficiale in un virtual GP. Ma l’attaccante della Lazio potrebbe trovarsi a fare a sportellate con un altro campione della nostra Serie A, Gigi Buffon.

Fonte foto: https://www.facebook.com/GianluigiBuffon/

Formula 1 virtuale, anche Buffon ‘studia’ da pilota Il portiere della Juventus ha postato sulla propria pagina Instagram una foto che lo ritrae seduto sulla postazione guida pronto a misurarsi con il simulatore. “Bisogna sempre tenere alto il livello della competizione”, recita la frase che accompagna la foto del post. Secondo molti Buffon si starebbe preparando per l’esordio ai virtual GP targati Formula 1. Una bella sfida che renderebbe ancora più allettante la prossima gara. Insomma, la curiosità di vedere il campione alle prese con una macchina da Formula 1 – anche se virtuale – c’è. Di seguito il post condiviso da Gianluigi Buffon sulla propria pagina Facebook.

Testa a testa Buffon-Curtois? E c’è anche un altro motivo che renderebbe imperdibile il GP in caso di presenza di Buffon. Il portierone della Juventus si confronterebbe direttamente con un’altro numero uno di fama e livello mondiale. Thibaut Courtois, estremo difensore del Real Madrid e presenza fissa sulla griglia di partenza in occasione delle ultime gare. L’esordio di Ciro Immobile nella Formula 1 virtuale Ciro Immobile ha debuttato nella Formula 1 virtuale in occasione del virtual GP di Cina, quando ha avuto l’onore e il piacere di confrontarsi con i campioni del circus come Charles Leclerc, un talento al simulatore, e Giovinazzi. Tanto per citarne due che sanno di Italia

 Nicolò Olia