Siamo ancora nella fase 1 dell’emergenza, dice Giovanni Rezza

Cronaca

Il direttore del Dipartimento malattie infettive dell’Istituto superiore di sanità:”Si parla troppo di fase 2. ieri ci sono stati più di 500 morti e i casi totali sono ancora tanti”.

coronavirus rezza siamo ancora in fase 1

© AGF – Il direttore delle malattie infettive dell’Istituto superiore di sanità, Giovanni Rezza

La fase 1 dell’emergenza coronavirus non è superata secondo Giovanni Rezza, direttore del Dipartimento malattie infettive dell’Iss. 

“E’ evidente che dobbiamo prepararci alla riapertura, dobbiamo studiarne bene tempi e modi ma c’è troppa pressione, si parla troppo di ‘fase 2‘: ancora ieri ci sono stati più di 500 morti e i casi totali sono ancora tanti. Siamo ancora nella fase 1, non bisogna dimenticarlo”, ha detto Rezza ad “Agorà” su Raitre.

 “Ospedali e Rsa sono luoghi in cui l’epidemia si è amplificata”, ha sottolineato Rezza , secondo cui “la mancanza di dispositivi di protezione individuale, la scarsa preparazione nel controllo delle infezioni, l’invecchiamento della popolazione sanitaria – ha ricordato Rezza – sono condizioni che si sono accumulate negli anni sul territorio. Ci sono stati troppi focali ospedalieri, sintomatica l’alta percentuale di operatori sanitari tra i contagiati”.