Solo due persone sanzionate durante le festività per norme di sicurezza

Cronaca

Solo due persone sanzionate durante le festività pasquali per mancato rispetto delle norme di sicurezza anticoronavirus

Giovanni Mercadante 

La Polizia locale, dotata di droni per le due festività, elogia la comunità altamurana per il comportamento rispettoso delle normative.

Nessun gitante nel Parco nazionale dell’Alta Murgia a Pasqua e a Pasquetta. Pieno rispetto delle norme di sicurezza anticoronavirus.

Solo due le persone trovate senza giustificato motivo nell’area protetta multate con elevate sanzioni rispettivamente per 3.000 e 4.000 euro.

Così fa sapere il Raggruppamento Carabinieri Parchi, Reparto Parco Nazionale Alta Murgia  con un  comunicato stampa a firma del Magg. Giuliano Palomba.

Si temeva una forte presenza di persone nell’area protetta murgiana, tradizionalmente meta delle gite fuori porta nel periodo pasquale, invece nelle giornate di domenica e di lunedì i Carabinieri coordinati dal Maggiore Giuliano Palomba del Reparto Parco Nazionale dell’Alta Murgia di Altamura durante il normale servizio di sorveglianza hanno incrociato solo pochissime persone. Vuoti i complessi boscati e le seconde case, chiusi come da disposizioni governative gli agriturismi.

Incisivi, infatti, sono stati i controlli posti in essere da tutte le Forze dell’Ordine nei centri abitati e determinante è stata la presa di coscienza e di responsabilità da parte dei cittadini.

A fronte di un costante presenza dei Carabinieri Forestali nel Parco solo due sono state le persone sanzionate.

Domenica è stato fermato un sportivo allontanatosi diversi chilometri dalla propria dimora abituale mentre faceva jogging; lunedì invece un altro soggetto controllato non ha saputo fornire alcuna giustificazione della sua presenza in loco. A carico dei due sono state elevate sanzioni amministrative pari ad un massimo di 3000 euro per il primo e di 4000 euro per il secondo poiché munito di automezzo.

Dal Comando dei Vigili urbani di Altamura fanno sapere che non ci sono state violazioni alle normative in essere per il contenimento della diffusione del coronavirus. Sono state due giornate tranquille. La tolleranza zero è stata rispettata  “e questo è motivo – dice il Commissario della Protezione Angelo Tragni – per elogiare la popolazione altamurana che c’è maggiore consapevolezza”.