Tennis, annullato Wimbledon per l’emergenza coronavirus

Sport & Motori

E’ stato annullato Wimbledon per l’emergenza coronavirus. Il torneo tennistico non si era disputato solo durante le due Guerre.

MILANO – Wimbledon è stato annullato per l’emergenza coronavirus. L’ufficialità è stata data dagli organizzatori dopo le diverse indiscrezioni delle ultime ore. “I 134esimi Championship – si legge nella nota – si svolgeranno dal 28 giugno all’11 luglio 2021“. Nessun recupero, quindi, in autunno come invece successo dal Roland Garros. La Federazione internazionale aveva ipotizzato anche questa ipotesi ma il calendario pieno non consentiva di trovare una data per far disputare la competizione.

Evento storico L’annullamento del torneo di Wimbledon è un evento storico. Fino a questo momento la competizione si è fermata solo durante le due guerre mondiali. Troppi rischi per far svolgere la manifestazione nelle date prefissate (dal 29 giugno al 12 luglio). L’emergenza coronavirus nel Regno Unito sembra essere in pieno svolgimento con i numeri che crescono quotidianamente e difficilmente si arriverà ad una fine nel giro di pochi giorni. La ripresa sarà molto lenta e per questo gli organizzatori hanno deciso di annullare Wimbledon.

Si sperava in un recupero nelle settimane successive ma il calendario ricco non consentiva di trovare una finestra giusta per svolgere regolarmente il torneo. Rinvio di un anno con un 2021 che si preannuncia ricco di eventi sportivi.

fonte foto https://twitter.com/Wimbledon

Da decidere il futuro degli Internazionali Da decidere, invece, il futuro degli Internazionali. Roma non ha nessuna intenzione di rimandare la competizione e sta ragionando sulle date da disputare il torneo. Possibile un recupero tra agosto e settembre anche se fino a questo momento non si hanno conferme. La stagione del tennis sarà condizionata dall’emergenza coronavirus con il calendario che potrebbe essere aggiornato nelle prossime ore anche se è ancora molto presto per fare delle ipotesi.

Francesco Spagnolo