Giornata Mondiale della Salute

Cultura & Società

Pina Catino

Presidente Club per l’UNESCO di Bisceglie

Ogni anno la giornata mondiale della salute, che ricorre il 7 aprile per ricordare l’entrata in vigore dell’Organizzazione Mondiale della Sanità,OMS, agenzia speciale dell’ONU è un’occasione per promuovere a livello globale la sensibilizzazione su argomenti cruciali di salute pubblica di interesse della comunità internazionale e lanciare programmi a lungo termine sugli argomenti al centro dell’attenzione.

L’articolo 25 della Dichiarazione Universale dei diritti umani , un documento approvato il 10 dicembre 1948 dai 51 paesi aderenti all’ONU, in cui era stato dato un valore supremo della persona umana, cosi recita: ‘tutti hanno diritto a un tenore di vita sufficiente a garantire la salute e il benessere della famiglia; maternità e infanzia hanno diritto a speciale cura  e assistenza’.

Oggi  la metà della popolazione mondiale , purtroppo, non ha accesso a servizi sanitari essenziali. In molte nazioni lo stato non garantisce a tutti l’assistenza sanitaria, che è a pagamento, per cui tante persone che non hanno la possibilità rinunciano a curarsi. L’esempio più clamoroso è quello degli Stati Uniti dove vige il sistema delle assicurazioni private che non consentono ai meno abbienti di accedere al servizio sanitario in quanto non coperti da un’assicurazione.                                

Oggi l’OMS è impegnata nella lotta contro il COVID-19, che, essendo diventata pandemia,  ha coinvolto tutto il mondo , creando gravi situazioni di ordine sociale, economico, ambientale e politico.    Stiamo  vivendo tutti questa grave situazione che sta condizionando anche la libertà personale di ciascuno di noi per evitare che il contagio dilaghi e faccia aumentare  l’impressionante numero di vittime che questa grave malattia sta mietendo. Anche se parlarne oggi, durante questa grave emergenza, può sembrare  fuori luogo , non si può non accennare all’inquinamento ambientale ,provocato da emissioni di particolato da prodotti di combustione, dai fumi provenienti da processi industriali, dal sollevamento di polveri sottili determinato dal traffico cittadino nelle ore di punta ecc,,

In osservanza al divieto di uscire da casa, se non per le motivazioni consentite dal D.L n.19del 25.3.2020 e convinti dell’importanza del supporto culturale ed etico per la crescita personale e delle comunità, il Club per l’UNESCO di Bisceglie intende celebrare questa giornata con la pubblicazione sulla pagina Fb del Club dell’Unesco di Bisceglie delle relazioni di Rosanna LAURO  – Psicologa, Psicoterapeuta (DAL SENSO DI VULNERABILTA’ ALLA RESILIENZA: riflessioni al tempo del COVID –19) e  di Graziano  LEUCI  – Chimico (LA SALUTE UN DIRITTO UMANO).