Coronavirus. Le notizie dall’Italia e dal mondo

Cronaca

SUPERATI 10MILA MORTI, FRENANO I CONTAGI, CRESCONO I GUARITI

Sono più di diecimila le vittime in Italia per il coronavirus secondo l’ultimo bilancio reso noto dalla Protezione civile. L’aumento rispetto a venerdì e’ di 889 morti, quando l’aumento era stato di 969. Frena l’ascesa dei contagi (3.651 contro 4401 del giorno precedente) e salgono i guariti: sono 12.384, 1.434 piu’ di venerdì. In totale sono 70.065 i malati. Il numero complessivo dei contagiati ha raggiunto i 92.472. Borelli: senza misure di contenimento ‘Sarebbe stata una situazione insostenibile’.

NUOVA STRETTA SUGLI INGRESSI IN ITALIA

Chiunque arrivi in Italia su aerei, navi, treni o veicoli dovra’ consegnare all’atto dell’imbarco una dichiarazione che specifichi i motivi del viaggio, l’indirizzo completo dell’abitazione dove sara’ svolto l’isolamento fiduciario. Vettori e armatori dovranno anche misurare la temperatura dei passeggeri e dotarli di mascherine.

LA VON DER LEYEN GELA L’ITALIA, GUALTIERI: PAROLE SBAGLIATE

Nella crisi del coronavirus la Commissione europea non pianifica l’emissione di bond propri sui debiti: cosi’ la presidente della commissione Ue Ursula von der Leyen secondo cui ‘su questo ci sono chiari confini giuridici’ e la parola e’ ‘solo uno slogan’. Secca replica del ministro Gualtieri: ‘parole sbagliate, questo e’ uno shock simmetrico’. Conte: ‘l’Europa sia all’altezza, le proposte le fara’ l’Eurogruppo, non la presidente’.

NEW YORK RISCHIA DI DIVENTARE IL PEGGIOR FOCOLAIO DEL MONDO

Lo scrive il New York Times: ‘New York Potrebbe essere peggio di Wuhan e la Lombardia’. In Usa oltre 100 mila casi di contagiati da Covid-19. Trump richiama un milione di riservisti. Hanno superato i 600.000 i contagi nel mondo. Al primo posto gli Stati Uniti, al secondo l’Italia con 86.438 e al terzo la Cina con 81.948. I morti in Europa sono piu’ di 20 mila. Nuovo record di vittime in Spagna con 5.690 morti, 830 in un giorno; oltre mille i morti in Gran Bretagna. I primi treni carichi di passeggeri sono ritornati a Wuhan.

SU RIAPERTURA E REDDITO E’ POLEMICA

Riaprire fabbriche e scuole: lo chiede Renzi, in una intervista ad Avvenire. Il leader IV nella sua enews parla di creazione di lavoro piu’ che estensione del reddito di cittadinanza. Il virologo Roberto Burioni è molto critico: la situazione e’ “ancora talmente grave da rendere irrealistico qualunque progetto di riapertura a breve”. Mentre Fabrizio Pregliasco sottolinea: “e’ ancora presto, realisticamente bisognera’ aspettare almeno fine aprile”. Il capo politico M5s Vito Crimi ‘ora lavoriamo insieme al Reddito di emergenza’. Renzi: ‘serve creare lavoro, investire, serve uno shock economico’. Calenda ‘parole poco serie’. Lamorgese: difficile riaprire il 3 aprile. Salvini: ‘contrario a riaperture’.

LOPALCO, SICURI CON UN INDICE DI CONTAGIO INFERIORE A UNO

Secondo l’epidemiologo Pierluigi Lopalco il Paese sara’ “effettivamente al sicuro solo quando l’indice di contagio, il cosiddetto R con zero, sara’ inferiore a uno, cioe’ quando una persona positiva avra’ la potenzialita’ di infettare meno di una persona, ma e’ difficile dire ora quando cio’ accadra’”. Il Veneto iniziera’ la somministrazione ai malati sintomatici dei farmaci sperimentali. Lo ha annunciato Zaia. ‘Almeno un milione di ricoveri rimandati in 4 mesi. Lo spiega Americo Cicchetti, della Cattolica di Roma.

Condividi la news