Gravina: Una serie A a 22 squadre? Sono preoccupato per tutto il calcio

Sport & Motori

Foto: figc.it

Il presidente della Federcalcio, Gabriele Gravina, intervenuto a Sky Sport, ha manifestato le sue perplessità in merito alle soluzioni da adottare per il proseguimento del campionato. “Una serie A a 22 squadre  – ha dichiarato – sarebbe un campionato ingestibile. Di ipotesi ne sono state fatte tantissime, ma la stella polare sono le nostre norme. Non è per niente facile modificare il format dei campionati“, ha aggiunto a riguardo di un eventuale stop ai campionati causato dall’emergenza coronavirus .Tra gli scenari per la ripresa c’è chi propone uno stop alle retrocessioni. E Gravina a tal proposito ha detto: “Questa ipotesi di passare ad una serie A a 22 squadre va a confrontarsi con un campionato che probabilmente partirà già in ritardo che, in ogni caso, dovrebbe terminare a maggio 2021 prima dell’inizio del campionato europeo. E’ schizofrenico solo pensare – ha proseguito – di avere l’esigenza di giocare meno gare istituendo un torneo a 22 squadre, tale soluzione sarebbe ingestibile. Sono preoccupato per tutto il calcio, sia per la serie A che per la B, sia per la C, sia per i dilettanti da dove, anzi, inizierei a preoccuparmi perché un settore che rischia di perdere migliaia di società, circa tremila. Sarebbe davvero un disastro per il calcio”.