Principale Politica Coronavirus, il governo rilancia: 7,5 miliardi contro l’emergenza

Coronavirus, il governo rilancia: 7,5 miliardi contro l’emergenza

Il governo stanzia 7,5 miliardi contro l’emergenza coronavirus. Gualtieri: “Nessuno deve perdere il posto di lavoro”. Il governo rilancia e stanzia 7,5 miliardi contro l’emergenza coronavirus. Una prima significativa risposta alle critiche di chi aveva contestato la prima azione da parte della maggioranza.

Fonte foto: https://twitter.com/Palazzo_Chigi

Emergenza coronavirus, il governo stanzia 7,5 miliardi.

In una conferenza stampa al termine di una riunione con i ministri, il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, affiancato da Gualtieri, ha annunciato le nuove misure per fronteggiare l’emergenza sanitaria e rilanciare l’economia. Il governo di fatto raddoppia le risorse stanziate per l’emergenza coronavirus. Lo scopo è quello di sostenere le piccole imprese e il sistema economico. A fronte dei 3,5 miliardi previsti in un primo momento, l’esecutivo ha annunciato provvedimenti per 7,5 miliardi. “Abbiamo stanziato 7,5 miliardi a sostegno delle famiglie e delle imprese che stanno affrontando quest’emergenza […].

Sono misure straordinarie e urgenti”, ha evidenziato il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

Gualtieri, “Nessuno deve perdere il lavoro a causa del coronavirus” Presente in conferenza stampa anche il ministro Gualtieri, che ha parlato delle misure che il governo è intenzionato a mettere in campo per fronteggiare l’emergenza. “Lo scostamento è di 7,5 miliardi in termini di saldo netto, 6,35 miliardi in termini di indebitamento netto […]. Nessuno deve perdere il lavoro a causa del coronavirus”. “Ci sarà una misura per sostenere una moratoria dei crediti alle imprese da parte del sistema bancario […], è già partita la lettera alla Ue che tecnicamente precede la relazione in Parlamento”. “È del tutto evidente che l’impatto è significativo ed è negativo ma è del tutto impossibile quantificarlo perché confidiamo nell’azione di contenimento efficace e anche per questo siamo impegnati con il massimo rigore per applicare tutte le indicazioni della comunità scientifica e, a seconda di quella che sarà la durata, l’impatto sarà corrispettivo”. Le misure Tra le misure principali c’è l’estensione della cassa integrazione in deroga. Per i settori più colpiti dall’emergenza sanitaria saranno stanziati degli indennizzi. Ci saranno provvedimenti anche per sostenere le esportazioni oltre che nuovi fondi per il sistema sanitario e la Protezione Civile. 

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.