Emergenza coronavirus, l’Italia si ‘blinda’

Cronaca

Il governo blinda l’Italia contro l’emergenza coronavirus. Stop all’attività scolastica, lavorativa e sportiva. Bloccati i confini della zona rossa del contagio. Coronavirus in Italia, si ‘chiudono’ i Comuni della zona rossa. Dopo una giornata di lavoro, prima al tavolo con la Protezione civile e poi con il governo, il premier Giuseppe Conte ha annunciato le misure anti-coronavirus adottate dall’esecutivo per evitare un’epidemia da Covid 19. In poco più di quaranta ore sono più di settanta i casi accertati. Due le vittime.

Per questo motivo il Presidente del Consiglio, insieme con il ministro della Salute Speranza, ha optato per una linea dura per provare a blindare il paese. Di seguito il video della conferenza stampa del premier Giuseppe Conte

Quali sono i Comuni isolati Di seguito la lista dei comuni che compongono la zona rossa, l’epicentro del coronavirus in Italia. Veneto: Vo’ Euganeo. Lombardia: Codogno, Castiglione d’Adda, Casalpusterlengo, Fombio, Maleo, Somaglia, Bertonico, Terranova dei Passerini, Castelgerundo e San Fiorano Si stima che le norme interesseranno in questa prima fase 50.000 persone circa. Coronavirus in Italia, vietato l’accesso nelle località isolate.

Non si potrà entrare o uscire dai confini Giuseppe Conte ha annunciato l’isolamento dei centri-focolaio del coronavirus. Tradotto, in assenza di permessi speciali, nessuno potrà entrare o uscire dalle aree in questione. Il Presidente del Consiglio ha annunciato dei presidi ai confini delle zone in questione per garantire che il blocco venga rispettato. Sia in entrata che in uscita, ovviamente. “Ovviamente disporremo dei presidi e dei controlli […], e quindi abbiamo già dato mandato alle forze dell’ordine perché provvedano e se è necessario ci saranno le forze armate, ma confideremo molto sulla collaborazione dei cittadini. Sono sicuro che ci sarà una forma di intensa collaborazione con la comunità locale. Comunque predisporremo misure perché le iniziative prese abbiano piena attuazione”.

Lo stesso Conte ha poi sottolineato come in caso di violazioni del blocco si possa procedere con sanzioni penali secondo l’articolo 650 del Codice penale.

Fonte foto: https://twitter.com/

Stop alle attività lavorative, didattiche, scolastiche e sportive Nelle aree in questione inoltre è stata sospesa l’attività lavorativa, sono state sospese le manifestazioni pubbliche e le attività didattiche. Lo stop alle attività sportive interessa anche il campionato di calcio italiano, con tre partite di Serie A che sono state rinviate: si tratta di Atalanta-Sassuolo, Inter-Sampdoria e Verona-Cagliari. La ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina ha parlato della possibilità i sospendere le uscite didattiche e i viaggi di istruzione organizzati dalle scuole. “In Consiglio dei ministri abbiamo adottato provvedimenti urgenti e straordinari sul Coronavirus. Le misure approvate consentono la sospensione delle uscite didattiche e dei viaggi di istruzione delle scuole, in Italia e all’estero. Una richiesta che ho portato all’attenzione dei colleghi di governo e che farò in modo di rendere operativa già nelle prossime ore. Una precauzione che a mio avviso si rende necessaria in questo scenario”