L’Alberghiero nel territorio delle Eccellenze: una serata da incorniciare

Eventi, Musica & Spettacoli

L’I.P.E.O.A.  “ Michele Lecce” di San Giovanni Rotondo e Manfredonia, nell’ambito del progetto scolastico , “L’Alberghiero nel territorio delle eccellenze”, ha proposto e realizzato, nella giornata di ieri, lunedì 17 febbraio 2020, una serata evento felicemente riuscita, presso la suggestiva location di  “Tenuta Chianchito” , in quel di San Giovanni Rotondo. “ Ritengo di fondamentale importanza la collaborazione tra scuola e lavoro, sia per la crescita del territorio che per gli alunni stessi, “ ha dichiarato Massimo Andrea Di Maggio, titolare e chef della predetta struttura. “ Sono io stesso un ex alunno dell’ Istituto Alberghiero, il quale, se a mio tempo avessi avuto la possibilità di partecipare a determinati eventi, ne avrei tratto molto di più, in termini esperienziali, nella e per la mia carriera professionale.

Mi auguro che da questa serata, la prima di una lunga serie, i nostri ragazzi, parte attiva nella realizzazione dell’evento, prendano spunto e ne traggano insegnamento per la loro carriera lavorativa.” L’attività progettuale ha promosso, valorizzandola, l’apertura del mondo scolastico alle eccellenze aziendali del settore enogastronomico, al fine di creare un reale connubio tra scuola e territorio, necessario a costruire il futuro dei giovani e a rivalutare la dignità e la peculiarità della nostra terra. Una terra ricca di bellezze paesaggistiche,risorse naturali,artistiche ed umane. Nonostante le difficoltà di un territorio, a tratti distratto sul piano civico e valoriale, esistono realtà positive rappresentate da piccoli grandi eroi che, quotidianamente, si impegnano in prima persona per realizzare iniziative di riguardo. L’intervento di questi uomini coraggiosi, dell’Istituto con il suo corpo docente e buona parte dei suoi alunni, il tutto confluente nella realizzazione di un’unica e meravigliosa serata, ricca di significato, ha emozionato i presenti, attraverso uno spettacolo teatrale e musicale, coordinato dai professori Giuseppe Quitadamo e Ciro Iannacone, vincenti con i loro intermezzi, cornice fascinosa alle numerose prelibatezze, dolci e salate, degustate nel corso della serata. Infatti, numerose sono state le aziende che hanno raccolto l’invito del Dirigente Scolastico della sopracitata comunità educante, il professor Luigi Talienti. Prima Bio, Oro del Gargano, Buono Assai biologico Italiano, Forno Cavorsi, Azienda Agricola Bramante, Caseificio Don Antonio, Il Parco di San Giovanni Rotondo, Mangiati la Puglia,Tenimento Tancredi, Signor Cesare, Cantine Teanum, Santissimo, Varvaglione 1921 , Cantine le Grotte, Noir , Caffè Bramanthe, Caffè Camardo. Ovvero, una parte del territorio enogastronomico locale che si è riunito per un evento, per un progetto scolastico, quale motivo di orgoglio per entrambe le realtà.

La prima delle quali, ha messo in evidenza i prodotti e la ricchezza del patrimonio locale: l’olio, il pomodoro, i gustosi e inimitabili prodotti caseari ,le aziende vitivinicole con i loro vigneti , il grano, attraverso prodotti da forno e i ristoranti che, per mezzo di continue rivisitazioni, donano costantemente nuova linfa vitale alla tipicità e alla valorizzazione dei prodotti a km 0. Non sono mancate le degustazioni delle delizie ed unicità dei dolci locali, cui si è aggiunta un’azienda di ottimo caffè. “ Io ritengo che questa serata, ha dichiarato il Dirigente Scolastico, Luigi Talienti, “ costituisca un’occasione di eccellenza, perché si manifesta concretamente quel rapporto di collaborazione orizzontale con il territorio, di fondamentale importanza, per raggiungere due obiettivi specifici: esaltare le tipicità dei nostri prodotti , delle nostre aziende, che, tra mille difficoltà, operano in un territorio complesso e problematico. Ma, soprattutto, creare una linea di continuità con la scuola. Questo affinchè si creino quelle condizioni di fattibilità, per consentire, ai nostri studenti, un accesso più celere nel mercato del lavoro. Un mercato del lavoro che dev’essere quello rappresentato dal territorio in cui risiedono, evitando trasmigrazioni indiscriminate che, portano alla devalorizzazione della nostra realtà, ma soprattutto al depotenziamento delle competenze dei nostri ragazzi.

Il territorio si costruisce sinergicamente, attraverso questa fondamentale collaborazione, per raggiungere obiettivi che, forse, nel tempo, sono stati accantonati. La scuola, in quest’occasione, vuole assurgere al suo ruolo fondamentale, quale quello di agenzia di socializzazione formale, al centro del territorio, in una rete di rapporti di collaborazione che, vanno oltre le mura scolastiche.”  Una serata ricca di spunti, emozioni ed indescrivibili pietanze, con un ricco e selezionato parterre di ospiti, che ha visto, tra gli altri, protagonisti: la Dottoressa Maria Aida Episcopo, Dirigente Scolastico Provinciale Ambito Territoriale di Foggia, l’Onorevole Antonio Tasso, l’Avvocato Giandiego Gatta, Vicepresidente del Consiglio Regionale, Pasquale Pazienza, Presidente del Parco Nazionale del Gargano. “ Scuola e Mercato del lavoro sono il binomio del futuro, “ ha dichiarato il Sindaco di San Giovanni Rotondo, il Professor Michele Crisetti. “ Si investe in professionalità ed in formazione. Le quali cose sono alla base per trovare una giusta collocazione nel mercato del lavoro in un settore, tra l’altro, di grande importanza ed in pieno sviluppo: dalla qualità del cibo alla preparazione fatta ad arte, quindi, la presentazione, al marketing del territorio, spendibile, attraverso la valorizzazione delle sue eccellenze.

Significativo, altresì, l’intervento del Dottor Michele Giuliani, Direttore Generale di Casa Sollievo della Sofferenza. “ La realtà del nostro ospedale è molto importante per il territorio ed appartiene ad esso. Per cui, tutte le iniziative che sono a favore dei giovani, dei nostri ragazzi, saranno sempre patrocinate da Casa Sollievo Della Sofferenza. Nel caso dell’Istituto Alberghiero, ricordo che abbiamo una cucina industriale all’interno del nostro ospedale, che utilizza i nostri prodotti. Quindi, anche l’attenzione al km0 , per noi, è fondamentale in una cucina che prepara 1600 pasti al giorno. Dunque, importante, e che ha bisogno di una manodopera specializzata.”  L’Istituto e le aziende di settore, unitamente a tutti gli invitati sopraggiunti, sono stati ospitati e accolti in una superba struttura, tipicamente pugliese, quale quella di Tenuta Chianchito, immersa in un’oasi di pace, circondata dai secolari ulivi, con spazi esterni unici, dai quali ammirare lo Sperone d’Italia ed il Tavoliere delle Puglie , degna cornice di una serata ricca di profumi e scandita da meravigliose  sensazioni. La comunità scolastica tutta coltiva un sogno, un sogno forse velleitario, ma fortemente sentito : creare una rete, un sistema dove regnino la comunicazione, la collaborazione. Ma, soprattutto..Stima e rispetto reciproci. Che, all’interno della predetta Istituzione, si respirano a pieni polmoni, in un’aura di profonda serenità di rapporti tra le sue parti.

L’I.P.E.O.A. “ Michele Lecce “ tutto,  non si esime dal rivolgere sentiti ringraziamenti a tutti coloro che, indistintamente, con il loro apporto e contributo, hanno reso magica, con la loro presenza, una serata davvero indimenticabile.

Giulia Rita D’Onofrio