Radici: il Progetto per l’internazionalizzazione e’ operativo

Diritti dei Cittadini

Gli scopi e le finalità del “Progetto”, già evidenziate mediante il quotidiano internazionale “online” Radici, www.progetto-radici.it,  possono essere anche rese note scrivendo alla sede centrale di Bari del giornale (Viale della Repubblica, 71, 70125, Bari).

Lo specificativo “progetto”, inteso come piano operativo anche al servizio dei Connazionali all’estero e degli immigrati in Italia, è coordinato dal nostro Editore Uff. Dott. Antonio Peragine che, già dallo scorso anno, ha inquadrato ottimamente le finalità del progetto; ancor più originale perché, per il passato, non c’era.

L’operatività di “Radici” è polivalente. In altri termini, il Progetto è utile per il Connazionali che vivono “altrove”, ma anche per quelli residenti nel Bel Paese. In questo momento socio/politico complesso per la Penisola, mentre la politica non riesce a offrire garanzie per il futuro d’Italia, il “Progetto” s’inserisce, concretamente, in uno spazio che ha da essere socialmente colmato, grazie anche alla presenza attiva dell’ANIM, Associazione Nazionale Italiani nel Mondo http://www.associazioneitalianinelmondo.it e alla Associazione Internazionale per la Tutela della Cultura Straniera “RADICI”. Siamo, di conseguenza, a disposizione di tutti quelli che riterranno opportuno prendere contatto.

La segreteria di Radici è sempre disponibile a collaborare con tutto coloro che hanno a cuore le problematica degli italiani nel mondo e degli stranieri in Italia

Giorgio Brignola- Redazione di “Radici”

redazione@progetto-radici.it